Lievitava il pane, ma non la bolletta: fornaio rubava l'energia elettrica

Gli uomini delle Volanti della Questura di Rimini hanno denunciato il titolare di una panetteria di Rimini per furto aggravato di energia elettrica.

Gli uomini delle Volanti della Questura di Rimini hanno denunciato il titolare di una panetteria di Rimini per furto aggravato di energia elettrica. Nella mattinata odierna infatti è giunta una telefonata alla Sala Operativa della Questura di Rimini da parte di un tecnico dell’ENEL il quale ha segnalato un furto di corrente elettrica a seguito di anomalie di consumo riscontrate a mezzo di idonea strumentazione.

Giunti sul posto, i poliziotti, unitamente al capo tecnico dell’ENEL già sul posto, hanno accertato proprio l’allaccio furtivo con rimozione del sigillo della scatola Enel con contestuale elusione del contatore.

Le prime verifiche hanno consentito di appurare che quel contatore è attualmente in uso a una panetteria sita lì vicino. Raggiunti l’esercizio commerciale, i titolari non ha fatto altro che ammettere la loro condotta illecita, assumendosene le relative conseguenze. I tecnici dell’azienda elettrica, stanno stimando l’ammontare del consumo fraudolento. Il titolare è stato quindi denunciato per furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento