Lite e botte. Chiama la Polizia ma non denuncia il fidanzato irregolare

Lite e botte per una coppia di fidanzati nel cuore della nottata tra venerdì e sabato a Rimini. All'origine della discussione, come accertato dagli agenti della Volante della locale Questura, ci sarebbero motivi di gelosia

Lite e botte per una coppia di fidanzati nel cuore della nottata tra venerdì e sabato a Rimini. All'origine della discussione, come accertato dagli agenti della Volante della locale Questura, ci sarebbero motivi di gelosia. Prima le parole, poi l'uomo, un 27enne originario dell'Equador, ha alzato le mani. A quel punto la compagna, una riminese di 32 anni, per paura ha chiesto l'intervento del 113. Quando i poliziotti sono arrivati sul posto entrambi erano feriti.

La donna aveva numerosi ecchimosi, mentre il 27enne un taglio al pollice della mano destra. Alla fine la vittima ha scelto di non denunciare il compagno, il quale è finito nei guai perchè inottemperante ad un decreto di espulsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento