rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Novafeltria

Lite in casa col coltello tra coniugi, alla fine si ferisce un bambino di 10 anni

A Novafeltria intervento dei Carabinieri per una violenta lite in famiglia. Ancora minorenni coinvolti, uno ferito. La Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, nella tarda serata di venerdì ha ricevuto una concitata richiesta di intervento da parte di un 50enne

A Novafeltria  intervento dei Carabinieri per una violenta lite in famiglia. Ancora minorenni coinvolti, uno ferito. La Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, nella tarda serata di venerdì ha ricevuto una concitata richiesta di intervento da parte di un 50enne, il quale riferiva che poco prima, all’interno della sua abitazione di Novafeltria, aveva avuto una lite molto movimentata con la moglie 42enne.

La pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, giunta immediatamente sul posto, ha verificato che i due coniugi, per futili motivi, avevano avuto un acceso litigio a seguito del quale era rimasto ferito, con la lama di un coltello, il loro figlio di 10 anni. Dalle prime ricostruzioni sembra che la donna, in forte stato d’ira ed alterazione, cercasse di brandire il coltello verso il marito ed il piccolo si sia frapposto per evitare il peggio.

Il minore veniva trasportato immediatamente presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Novafeltria e, dopo essere stato medicato, veniva dimesso con una prognosi di pochi giorni per la ferita da taglio riportata al dito della mano. Sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri per accertare eventuali responsabilità penali. Al riguardo si rappresenta che i casi di liti tra coniugi in cui, loro malgrado, rimangono coinvolti a vario titolo i figli minori e conviventi, non sono purtroppo rari e rappresentano una significativa percentuale degli interventi svolti dalle pattuglie dei militari dell’Arma. È esemplificativo il fatto che proprio qualche ora prima, nello stesso pomeriggio, la pattuglia dei Carabinieri di San Leo sia dovuta intervenire presso un’abitazione di quel centro a causa di un altro litigio intercorso questa volta tra la madre e il figlio minore convivente. Dell’accaduto è stato informato l’assistente sociale nella considerazione che il figlio era stato affidato alla madre a seguito dell’avviata separazione legale tra i due genitori.  Già alla fine del 2013 avevamo evidenziato l’impegno dell’Arma nei confronti dei minori vittime di reati, a volte autori degli stessi, e i casi di “violenza domestica” non esulano da tale condotta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in casa col coltello tra coniugi, alla fine si ferisce un bambino di 10 anni

RiminiToday è in caricamento