Lite per amore nel parcheggio, azzanna il suo rivale e gli stacca una falange

Violento scontro, venerdì sera, nei pressi di un noto locale del porto di Rimini. Ad avere la peggio è stato un 19enne portato in pronto soccorso dall'ambulanza del 118

Una banale discussione per questioni di donne è degenerata tanto che, dalle parole, si è poi passati ai fatti. Tutto è iniziato nella notte tra venerdì e sabato in un parcheggio nei pressi di un noto locale del porto di Rimini dove, un macedone 20enne e un albanese 19enne, hanno iniziato a discutere animatamente. L'alterco è poi degenerato tanto che i due ragazzi hanno iniziato a picchiarsi violentemente mentre, alcuni passanti, hanno chiamato la polizia. Mentre la pattuglia stava arrivando sul posto, il macedone ha avuto la meglio sul suo rivale e, afferrandolo a una mano, lo ha morso a un dito fin quasi a staccarglielo. Il 19enne è rimasto a terra dolorante col rivale che si è dato alla fuga. Nel frattempo, gli agenti della Volante sono arrivati sul posto e, vista la situazione del ferito, hanno richiesto l'intervento di un'ambulanza del 118 per medicare il ragazzo che è poi stato trasportato in pronto soccorso. E' quindi iniziata la caccia al 20enne che è stato individuato e fermato poco lontano dal luogo del ferimento. All'Infermi i medici hanno ricucito alla meglio il dito dell'albanese che ha riportato lo strappo di parte della falange del mignolo sinistro oltre alla frattura della mano destra mentre, per il macedone, è scattata la denuncia a piede libero per lesioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento