rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca

La lite tra ex fidanzati finisce in violenza sessuale sulla spiaggia, condannato il ragazzo

Nel corso del dibattimento, che ha visto i giudici del Collegio propendere per la tenuità del fatto, è stata chiesta la trasmissione degli atti in Procura per falsa testimonianza del testimone oculare che ha deposto in aula

Si è concluso con una condanna a 2 anni, 6 quelli chiesti dal pubblico ministero, oltre al risarcimento dei danni alla parte civile il processo che vedeva alla sbarra un 27enne accusato di violenza sessuale sull'ex fidanzata 26enne seguita dall'avvocatessa Veronica Magnani. I giudici del Collegio, infatti, hanno riconosciuto la tenuità del fatto e, allo stesso tempo, hanno disposto l'invio degli atti in Procura per quella che è stata ritenuta una falsa testimonianza di un presunto testimone oculare che aveva deposto in aula. La vicenda risale all'estate del 2017 quando la storia d'amore tra i due era naufragata e si erano lasciati ma, nonostante questo, il ragazzo decide di raggiungere l'ex in qual momento in vacanza a Rimini. Entrambi trascorrono quindi una serata insieme agli amici quando, a un certo punto, lui la invita sulla spiaggia. Arrivati sulla battigia, però, tra gli ex fidanzati scoppia una lite furibonda e secondo il racconto della 26enne lei finisce stesa sulla sabbia. Sarebbe stato a questo punto che il ragazzo, approfittando della situazione, si sarebbe messo a cavalcioni di lei per poi baciarle il collo e palparle le parti intime attraverso le mutandine. La ragazza, quindi, era riuscita a liberarsi e ad allontanarsi per poi andare a denunciare l'ex fidanzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lite tra ex fidanzati finisce in violenza sessuale sulla spiaggia, condannato il ragazzo

RiminiToday è in caricamento