Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Lite tra operai in fabbrica, dipendente preso a sprangate in testa

A scatenare il putiferio il rifiuto di aiutare un collega, il ferito trasportato d'urgenza al "Bufalini" di Cesena è in gravi condizioni

Una lite feroce che si è conclusa con un cinese 53enne ricoverato in gravi condizioni al "Bufalini" di Cesena mentre l'aggressore, un connazionale di 62, è attualmente indagato a piede libero per lesioni personali aggravate. Il putiferio si è scatenato nel pomeriggio di mercoledì quando, verso le 15, da un'azienda di Cerasolo è partito l'allarme al 118 in cui si parlava di un operaio a terra ferito gravemente a causa di un tubo di ferro che gli era precipitato sulla testa. 

La macchina dei soccorsi si è mossa immediatamente e, oltre all'ambulanza, è partito anche l'elicottero da Ravenna ma quando i soccorritori sono arrivati sul posto si sono resi conto che la dinamica era ben diversa. Il 53enne era stato sì colpito da un tubo ma, a scagliarglielo, era stato un collega con il quale aveva discusso animatamente. Sul posto sono intervenuti i carabinieri ed è emerso che tra i due stranieri non correva buon sangue e, mercoledì pomeriggio, sarebbe nata l'ennesima discussione sul luogo di lavoro. 

Il più anziano si sarebbe risentito del rifiuto dell'altro ad aiutarlo in un lavoro ed avrebbe quindi afferrato la spranga iniziando a colpirlo alla testa. Il ferito, una volta stabilizzato, è stato trasportato d'urgenza nel nosocomio cesenate dove i medici si sono riservati la prognosi. Il 62enne, invece, al termine degli accertamenti di rito è stato denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra operai in fabbrica, dipendente preso a sprangate in testa

RiminiToday è in caricamento