Liti in famiglia, raffica di interventi dei carabinieri in tutta la provincia

Da Rimini a Novafeltria, passando per Misano Adriatico, i militari dell'Arma sono dovuti intervenire in tre distinti episodi tutti scaturiti dalla fine del rapporto tra i coniugi

Da Rimini a Novafeltria, passando per Misano Adriatico, i militari dell'Arma sono dovuti intervenire in tre distinti episodi tutti scaturiti dalla fine del rapporto tra i coniugi. Il primo intervento dei carabinieri è stato a Rimini, verso le 11.20 di domenica, quando una donna ha chiamato il 112 raccontando di essere stata aggredita dal suo ex marito nel corso di un’accesa discussione. I carabinieri sono arrivati sul posto trovando la donna a bordo della propria auto nei pressi dell'abitazione dell'ex marito, con il quale non convive più da anni. I militari dell'Arma hanno quindi rintracciato l'uomo che ha negato ogni addebito da parte della donna. Quest'ultima, che non riportava lesioni gravi e si rifiutava di farsi visitare dai sanitari del 118, è stata informata dal personale della pattuglia sulle facoltà di querelare l'ex marito.

Secondo intervento, verso le 17.30, a Scacciano di Misano Adriatico dove un uomo ha chiamato i carabinieri spiegando che l'ex moglie, dopo averlo abbandonato lasciandogli pure il figlio, era tornata a casa insieme ad un altro umo e voleva rivedere il marito. I due, entrambi albanesi e già conosciuti dai militari dell'Arma per la loro situazione, sono stati calmati e i carabinieri hanno fatto presente alla donna l’inopportunità di presentarsi con il nuovo compagno presso la dimora del marito. 

L'ultimo intervento è stato registrato nella serata di domenica a Novafeltria dove, i carabinieri, hanno ricevuto una richiesta d'aiuto da parte di una 42enne di Torriana che ha raccontato di essere stata picchiata dal marito 47enne durante un litigio scaturito per futili motivi. La coppia veniva tranquillizzata e la donna invitata a sporgere l’eventuale querela.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento