menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liti, ubriachi, prostitute e parcheggiatori abusivi: il 'bollettino' dell'Arma

Venerdì mattina, in seguito ad una segnalazione al 112, gli uomini dell'Arma del Nucleo Radiomobile sono intervenuti in via Pennabilli dove erano stati segnalati due ubriachi che infastidivano i passanti

Parcheggiatori abusivi, prostitute, ubriachi e liti. Sono diversi gli interventi svolti tra venerdì e sabato dai Carabinieri. Venerdì mattina, in seguito ad una segnalazione al 112, gli uomini dell'Arma del Nucleo Radiomobile sono intervenuti in via Pennabilli dove erano stati segnalati due ubriachi che infastidivano i passanti. Si trattava di romeni cinquantenni, i quali, dopo essere stati accuratamente controllati e vagliata la loro presenza sul territorio nazionale, sono stati allontanati.

PARCHEGGIATORI ABUSIVI - I Carabinieri sono intervenuti in via Circonvallazione Occidentale/p.zza Malatesta, dove era stata segnalata a presenza di un extracomunitario intento che chiedeva spiccioli per il parcheggio dei veicoli. Si tratta di un quarantenne tunisino, senza precedenti. A specifica richiesta, i richiedenti non intendevano adire le vie legali. I militari hanno continuato a monitorare comunque la zona.

PROSTITUTE - Tre giovani nigeriane sono state identificate in via Ravegnani in seguito alla segnalazione al 112 che indicava la presenza di "lucciole". Le tre sono state allontanate. Gli uomini dell'Arma hanno poi continuato a presidiare la zona.

LITIGIO TRA STRANIERI - Due giovani tedeschi, quattro  francesi e due rumeni si sono resi protagonisti di una lite spenta da Carabinieri. Alcuni dei coinvolti, poggiandosi su alcune vetture parcheggiate, avevano lasciato intendere di volerle danneggiare. Non è stato possibile accertare ciò in quanto le auto si erano già allontanate dal posto prima dell’arrivo dei militari. Nessuno degli identificati presentava ferite e/o segni riconducibili a precedente colluttazione.

MUSICA ALTA - Nel cuore della nottata i militari sono intervenuti nei pressi del parco giochi di via Ennio, dove era in corso una festa. Su segnalazione al 112, i carabinieri hanno appurato che la festa era finita e che vi era ancora la musica di sottofondo che non arrecava disturbo per il riposo dei cittadini. Tuttavia il responsabile della festa privata è stato invitato a spegnere l’impianto di amplificazione. Il responsabile si è poi scusato con i vicini per l’eventuale disturbo arrecato.

 

LITE IN FAMIGLIA - Alle prime luci dell'alba di sabato un marocchino ha richiesto l'intervento del 112 dopo una violenta lite con il fratello. I militari hanno verificato che nell’appartamento abitavano tre cittadini marocchini i quali erano molto arrabbiati con il fratello del richiedente dell’intervento perché spesso torna a casa ubriaco. Lo stesso aveva impugnato un coltello da cucina.

In considerazione che la lite poteva degenerare,  il fratello del giovane trentenne marocchino ubriaco, ha chiesto l'intervento dei i carabinieri, che lo hanno accompagnato in caserma per gli accertamenti del caso. A seguito del controllo è emerso un provvedimento di espulsione, ragion per cui lo si è segnalato all’Ufficio Immigrazione della Questura

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento