Lo scooter rubato ha ancora il bloccasterzo 'attivo': non riesce a curvare e si schianta davanti ai Carabinieri

Era in sella ad uno scooter rubato: ma quando ha visto i Carabinieri, si è schiantato a terra. Il mezzo aveva infatti il bloccasterzo ancora parzialmente scassinato e curvare risultava complicato

I Carabinieri della Compagnia di Rimini hanno effettuato un servizio di controllo del territorio per il rispetto del "coprifuoco" e di contrasto ai fenomeni di microcriminalitá. Un gruppo di carabinieri hanno effettuato posti di controllo lungo le principali vie di comunicazione. In totale sono 10 le persone controllate ed 8 i veicoli. I controllati, quasi tutti lavoratori che avevano terminato il loro turno e stavano facevano rientro in abitazione, hanno regolarmente esibito agli operanti le loro autocertificazioni, ad eccezione di un giovane 31enne originario della provincia di Cagliari, residente a Riccione. 

Durante il pattugliamento degli obiettivi sensibili l’uomo in sella ad un ciclomotore alla vista di una pattuglia dei militari ha cercato di sottrarsi al controllo ma durante la manovra è caduto a terra. Sottoposto a controllo, il mezzo su cui viaggiava è risultato rubato poche ore prima a Riccione ai danni di un pensionato del luogo. Il bloccasterzo non era stato del tutto manomesso, motivo per il quale il giovane è caduto a terra nel tentativo di svolta. Per lui è scattata la denuncia a piede libero alla locale Procura della Repubblica per il reato di ricettazione, nonché la sanzione amministrativa ai sensi del nuovo Dpcm, non avendo alcun titolo giustificativo per trovarsi fuori dalla propria abitazione. Il ciclomotore è stato restituito al legittimo proprietario, giunto sul posto su indicazione dei militari. La vittima, che non si era ancora accorta dell’ammanco del proprio scooter, ha ringraziato i carabinieri per il loro operato. 


"L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati" si legge in una nota dell'Arma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

Torna su
RiminiToday è in caricamento