rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Lotta ai "pallinari", agli sbandati e al degrado: maxi controlli della Polizia, un arresto e 10 denunce

L’attività degli uomini delle Volanti ha quindi permesso nella sola giornata di venerdì di denunciare 8 persone e di identificare oltre 150 persone

Proseguono, da parte della Polizia di Stato, i controlli finalizzati a prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti e a verificare l’osservanza da parte di cittadini stranieri del rispetto della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale. Nell’ambito di tali servizi, coordinati dal dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, vice questore aggiunto Cristian Magliarisi, il personale delle Volanti, con l’ausilio degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine, oltre a identificare centinaia di persone, ha eseguito uno specifico servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi dei luoghi della movida riminese.

L’attività degli uomini delle Volanti ha quindi permesso nella sola giornata di venerdì di denunciare 8 persone e di identificare oltre 150 persone. Le denunce riguardano due cittadini stranieri, in quanto irregolari sul territorio, un altro per minacce, uno per furto, due per lesioni e danneggiamento, uno per esercizio arbitrario delle proprie ragioni due per ubriachezza molesta e uno per inosservanza del foglio di via obbligatorio, oltre a due segnalazioni per ubriachezza molesta. Già dal primo pomeriggio di venerdì e fino alla tarda serata l’attività dei poliziotti, coadiuvati dal personale del Reparto prevenzione Crimine di Bologna, si è concentrata nelle aree della stazione ferroviaria, dove sono stati effettuati gli accessi per identificare gli avventori e dei viali e del lungomare di Rimini, al fine di prevenire e contrastare il fenomeno dei "pallinari".

Serata di lavoro quella di venerdì anche per il personale della Squadra esterna della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, il quale dalle 19 ha effettuato una serie di controlli presso esercizi commerciali e luoghi di ritrovo dei luoghi della movida al fine di verificare l’osservanza delle vigenti disposizioni in tema di addetti alla sicurezza, in tema di vendita di alcolici, soprattutto a tutela dei minori  Nella prima mattinata di sabato, poi, gli operatori hanno effettuato un controllo all’interno di uno stabile abbandonato, dove hanno rintracciato due cittadini nordafricani irregolari sul territorio, uno dei quali in possesso anche di una dose di eroina: i denunciati sono stati posti a disposizione del locale Ufficio immigrazione per i relativi provvedimenti di espulsione.

L’ultimo in ordine di tempo a essere “intercettati” dalla Polizia di Stato è un cittadino gambiano regolare sul territorio del 1989. Il personale delle Volanti è intervenuto in un tabaccaio sul lungomare di Rimini in zona Marina Centro dove era stato segnalato dal suo titolare un uomo molesto che impugnando una bottiglia di vetro si era posizionato all’esterno dell’esercizio presumibilmente in attesa dell’uscita del titolare. Dalla ricostruzione dei fatti effettuata dagli agenti intervenuti è emerso che l’uomo arrestato ogni giorno si recava in quell’esercizio per chiedere un qualcosa, che ogni giorno gli veniva gratuitamente concessa. Sabato mattina l’uomo ha chiesto una crema solare e di fronte al rifiuto ottenuto ha impugnato una bottiglia e si è posto in posizione di attesa all’esterno del locale. Quando sono intervenuti gli agenti, infatti, l’uomo era ancora lì e quando hanno iniziato a chiedere spiegazioni, quell’uomo che inizialmente sembrava calmo e tranquillo, ha impugnato la bottiglia anche nei confronti degli operatori e oltre ad opporre resistenza all’attività degli agenti ne ha ferito uno che è dovuto ricorrere alle cure mediche.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta ai "pallinari", agli sbandati e al degrado: maxi controlli della Polizia, un arresto e 10 denunce

RiminiToday è in caricamento