Cronaca

Lotta all'evasione: il Comune di Riccione lancia una proposta all'Anci

Nella Perla Verde la TARI conta un’evasione fiscale di circa l’8% su una base imponibile di oltre 14 milioni di  euro

L’Amministrazione Comunale continua a perseguire l’obiettivo di una decisa azione di recupero delle entrate senza intenti vessatori ma con l‘obiettivo di una fiscalità più equa e un determinato contrasto all’evasione fiscale. Le azioni di controllo sulla elusione dei tributi locali sono sempre precedute da comunicazioni verbali, dall’invio al debitore di comunicazioni scritte e da solleciti di pagamento nei quali viene indicato l’importo non versato. Per consentire un’informazione sempre più capillare, verranno predisposti a tale scopo, degli incontri con le associazioni con l’intento di attuare una politica di giustizia sociale nei confronti dei cittadini che adempiono ai propri doveri sostenendo i costi dei servizi che il Comune offre alla comunità.

L’Amministrazione ha inviato una lettera all’Anci Regionale e all’Assemblea Legislativa Regionale nella quale si evidenzia la situazione di “non poter attivare alcuna forma di recupero nei confronti delle aziende non in regola con i pagamenti dei tributi locali con particolare riferimento alla TARI. Si verifica spesso che, in conseguenza della creazione di sistemi societari “ a scatole” cinesi, non sia possibile attivare azioni esecutive oppure le stesse si manifestino improcedibili in quanto l’intestatario non possiede beni“. Da qui la proposta di “rilascio di un DURC riferito alla posizione tributaria nei confronti del Comune in modo che il titolare possa avviare, subentrare o proseguire la sua attività commerciale senza rischi di revoca soltanto se in regola con i pagamenti”.

In altre parole l’Amministrazione sta lavorando all’ipotesi del “DURC locale” che possa riguardare il pagamento dei tributi locali garantendo che, quando si avvia un’attività, si debba essere in regola con il pagamento delle tasse così come già avviene nei confronti dello Stato. Questo segnerebbe uno spartiacque assai importante nel rapporto con i contribuenti ed in particolare con le aziende e le attività economiche. Numeri alla mano la TARI conta un’evasione fiscale di circa l’8% su una base imponibile di oltre 14 milioni di  euro. Per continuare nella lotta all’evasione verranno quindi predisposti degli incontri con tutti i soggetti competenti, incluse  le associazioni di categoria, per sensibilizzare i cittadini a regolarizzare la propria posizione. Parallelamente gli uffici tributi stanno lavorando con la massima determinazione e  il preciso intento di procedere celermente al recupero già ad avvenuta scadenza delle rate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta all'evasione: il Comune di Riccione lancia una proposta all'Anci

RiminiToday è in caricamento