Lotta alla prostituzione, i cittadini chiedono controlli: i Carabinieri scendono in campo

I Carabinieri di Miramare, raccogliendo e sviluppando le segnalazioni giunte dai cittadini di Marebello, Miramare e Rivazzura, hanno ulteriormente alzato l’attenzione sul fenomeno della prostituzione

Come disposto dal comandante provinciale dei Carabinieri di Rimini, il tenente colonnello Giuseppe Sportelli, proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del capitano Sabato Landi, finalizzati alla prevenzione dei reati ed al contrasto della varie forme di degrado urbano, ulteriormente intensificati grazie ai rinforzi inviati dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. 

In particolare, a cavallo del ferragosto, i Carabinieri di Miramare, raccogliendo e sviluppando le segnalazioni giunte dai cittadini di Marebello, Miramare e Rivazzura, hanno ulteriormente alzato l’attenzione sul fenomeno della prostituzione nel centro urbano, effettuando un altro servizio di controllo dei soggetti dediti al meretricio in strada. Nel corso della notte sono stati identificate 23 persone, uomini e donne originari principalmente dell’est Europa e del Sud America, che, per atteggiamento ed abbigliamento, erano dediti alla prostituzione in strada. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento