Lotteria Ior, numero 103: tra i 14mila biglietti trova quello che le fa vincere l'auto

L’edizione 2017 è stata come di consueto un successo, con circa 43mila euro di incasso a fronte di più di 14.000 biglietti venduti

Giovedì è stato consegnato il primo premio della Lotteria Solidale Ior, evento che caratterizza ormai da qualche anno le festività di fine anno della provincia di Rimini. Giuseppina Cenni, titolare del biglietto vincente numero 103, ha potuto così ritirare nella Concessionaria Ren-Auto Piraccini, partner dell’iniziativa, il riconoscimento più ambito: la vettura Renault New Twingo del valore di circa 13mila euro. Nel corso della cerimonia, avvenuta alla presenza del responsabile vendite di Ren-Auto, Daniele Perazzini, e di Fabrizio Miserocchi, direttore generale dell’Istituto Oncologico Romagnolo, la signora di Villa Verucchio si è dichiarata “emozionata ma entusiasta di ricevere questo premio. Ho già partecipato in passato alla Lotteria dello Ior perché ritengo sia importante sostenere la ricerca e le attività che porta avanti sul territorio: ma è la prima volta che vinco qualcosa. Ringrazio tutti, soprattutto l’Istituto Oncologico Romagnolo, per quello che fa”.

Il titolo dell’iniziativa, “A Natale vinci per aiutare”, fotografa appieno il senso dell’evento: ogni anno, infatti, la lotteria si associa a un progetto di lotta contro il cancro. Per l’edizione 2017 tutte le entrate sono state utilizzate per l’attivazione dell’assistenza domiciliare per i pazienti di Rimini e provincia: un servizio gratuito fondamentale sia per chi affronta la malattia sia per i suoi famigliari, che potranno così contare sull’appoggio di un’equipe multi-disciplinare che li sollevi per quanto possibile del carico emotivo e di gestione quotidiana della malattia. La squadra sarà costituita da volontari debitamente formati all’attività di compagnia e ascolto; da un’operatrice socio-sanitaria che possa aiutare nelle piccole medicazioni e per le operazioni di igiene personale e cura della persona; da una fisioterapista che scongiuri possibili problemi legati all’immobilità e all’affaticamento; e da una psicologa che garantisca interventi volti al miglioramento della qualità di vita e del benessere emotivo durante tutto l’iter di cura.L’edizione 2017 è stata come di consueto un successo, con circa 43mila euro di incasso a fronte di più di 14.000 biglietti venduti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento