“Louis Vuitton” e "Converse" tarocche, dal riminese a Cesenatico: ricostruita la filiera del falso

L'attività delle Fiamme Gialle trae origine da un controllo d’iniziativa finalizzato al contrasto della contraffazione all’interno di un noto esercizio commerciale di Cesenatico

Scarpe e borse griffate contraffatte. I militari della Guardia di Finanza del comando provinciale di Forlì-Cesena, coordinati dal sostituto procuratore Lucia Spirito, hanno individuato un laboratorio artigianale nella provincia di Rimini, dove sono stati rinvenuti e sequestrati macchinari per cuciture professionali, svariati pellami col marchio contraffatto “Louis Vuitton” usati per la realizzazione di borse e scarpe e merce contraffatta in lavorazione.

L'attività delle Fiamme Gialle trae origine da un controllo d’iniziativa finalizzato al contrasto della contraffazione all’interno di un noto esercizio commerciale di Cesenatico. La magistratura ha disposto quattro perquisizioni locali (due a Cesenatico e altrettante nella Provincia di Rimini). L’attività, effettuata nei giorni scorsi, ha consentito di sequestrare, oltre ai pellami ed ai macchinari rinvenuti nel laboratorio riminese, anche una cinquantina di borse recanti marchio contraffatto “Louis Vuitton” ed un centinaio di scarpe col marchio contraffatto “All Star – Converse”.

Sono due gli indagati al termine delle attività che, in un contesto territoriale caratterizzato da un importante distretto calzaturiero, s’inquadra nell’azione che la Guardia di Finanza conduce per contrastare la contraffazione, vero e proprio moltiplicatore di illegalità poiché genera evasione fiscale e lavoro nero causando ripercussioni anche a danno degli onesti imprenditori che offrono prodotti conformi alle normative e ai prezzi correnti di mercato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento