Cronaca

Lupo appeso alla fermata del bus, si batte la pista del rituale esoterico

Dietro la barbara uccisione dell'animale potrebbe non esserci qualche agricoltore esasperato dalla presenza del predatore nei suoi campi

Non tralasciano nessuna pista gli investigatori dell'Arma che, da sabato, stanno indagando sul macabro ritrovamento del lupo ucciso e appeso alla fermata dell'autobus a Ospedaletto. Tra i filoni al vaglio degli inquirenti, spunta anche quello legato all'esoterismo in quanto, secondo le indiscrezioni emerse, sarebbero state trovate delle tracce definite "strane" e che nulla avrebbero a che fare con un eventuale agricoltore o allevatore esasperato dalla presenza del predatore nei suoi terreni. Come è avvenuto in altri casi in Italia, infatti, a Ospedaletto insieme all'animale ucciso non sono stati trovati cartelli o biglietti l'uccisione, da parte del predatore, di animali negli allevamenti. Anche ai carabinieri Forestali, oltretuto, nell'ultimo periodo non sono arrivate segnalazioni di pecore o altro sbranate dai lupi

Quello che è sicuro, date le modalità del ritrovamento, è che si tratti di un messaggio i cui contorni andranno ora definiti con il procedere delle indagini. Dai primi accertamenti il lupo, un giovane esemplare, sarebbe stato catturato vivo e, successivamente, seviziato a bastonate e con un forcone fino ad ucciderlo poche ore prima di appenderlo alla fermata dove, verso le 7 di sabato, un gruppo di ragazzini che stava andando a prendere il mezzo pubblico per recarsi a scuola lo hanno travato facendo scattare l'allarme. Al momento, comunque, ulteriori dettagli potrebbero arrivare dall'autopsia sulla carcassa, trasportata all'Istituto Zooprofilattico di Cesena, in programma per lunedì.

Orrore alla fermata del bus

continua nella pagina successiva ====> LE REAZIONI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupo appeso alla fermata del bus, si batte la pista del rituale esoterico

RiminiToday è in caricamento