Sieropositivo faceva sesso con diverse donne conosciute in chat, una è stata infettata: arrestato

L'uomo è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari dopo un'indagine dei carabinieri

I carabinieri di Rimini hanno arrestato un brasiliano 39enne con l'accusa di aver infettato con l'Hiv una ragazza con la quale aveva avuto dei rapporti sessuali non protetti. Secondo quanto emerso, il sudamericano pur consapevole della propria malattia, aveva smesso di seguire la terapia antiretrovirale e allo stesso tempo si era messo a cercare inconsapevoli partner occasionali sul web. Utilizzando internet sarebbe venuto a contatto con quattro donne, una delle quali residente nel riminese, con le quali ha avuto dei rapporti sessuali senza utilizzare il preservativo esponendole tutte al rischio di contagio. Il brasiliano, trasformandosi così in untore, ha proseguito a cacciare le vittime sul web fino a quando la ragazza riminese ha scoperto di essere positiva all'Hiv e sconvolta si è rivolta ai carabinieri per sporgere denuncia.

Le indagini dell'Arma hanno permesso di accertare che il 39enne, dal 2017, non assumeva più la terapia antiretrovirale per poi riprenderla saltuariamente nel 2018 e sospenderla nuovamente esponendosi così al pericolo di aumentare la carica virale della malattia e diffonderla nelle sue "prede" sessuali. Al termine dell'inchiesta, nei confronti del sudamericano è stata chiesta e ottenuta la misura cautelare degli arresti domiciliari e, nel corso della perquisizione dell'abitazione dell'uomo residente nel cesenate, è stato sequestrato il Pc utilizzato per contattare le donne sul web. Sono in corso le analisi delle chat salvate sul computer per tracciare la rete delle relazioni del 39enne e individuare altre potenziali vittime dall'untore con le quali ha avuto rapporti non protetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • La gelosia e i maltrattamenti dietro il feroce pestaggio di Sant'Andrea in Besanigo

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Banda del bancomat in azione, malviventi messi in fuga dai carabinieri

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

Torna su
RiminiToday è in caricamento