rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca

Maltempo, scatta il piano anti-neve mentre prosegue la conta dei danni

Dopo le forti piogge allagato lo scantinato del Museo di Rimini, allerta per il forte gelo dei prossimi giorni

E’ stato proprio partendo dalle criticità che il lavoro dell’Unità operativa è iniziato. Un confronto per predisporre al meglio tutte le potenzialità a disposizione per fronteggiare l’evoluzione meteo che si annuncia in forte peggioramento. Già questa mattina erano annunciate seppur deboli le prime nevicate nel riminese dal sito meteo di Arpae, che prevedeva temperature massime pomeridiane comprese tra -7 C sui rilievi e 1 C sulla costa e velocità massima del vento attorno ai 60 km/h con mare molto mosso. Una previsione rinforzata dal bollettino della Protezione civile che alle ore 12 ha emesso un’ allerta Arancione prevedendo sull’intera regione temperature estreme specie sulle zone montuose e collinari dell’Appennino.

E’ proprio contro il gelo che già in atto dalla giornata di domenica è scattato il piano previsto dal Comune di Rimini e attuato dalle squadre d’Anthea. Nella notte sia nella zona collinare e del forese che in quella urbana, specie attorno ai sottopassi e alle rotatorie, sono entrati in funzione gli otto mezzi spargisale previsti, che sono intervenuti anche per garantire in sicurezza l’accesso alle scuole e ai parcheggi di pertinenza. Pronti all’opera, in relazione all’evoluzione del tempo, anche i 33 mezzi spazzaneve pèrevisti dal Piano neve che saranno operativi sia nella zona urbana sia nella zona a monte della statale. Circa 400 le tonnellate di sale in dotazione. In questi giorni e almeno fino a tutto mercoledì 28 la centrale operativa della Polizia Municipale sarà attiva 24 ore su 24, con almeno una pattuglia attiva sul territorio per tutta la notte. Un assetto operativo che potrà essere prorogato e potenziato nel caso le condizioni climatiche diventassero particolarmente critiche.

Sforzo straordinario anche sul problema del manto stradale che, a causa dell’azione congiunta dell’acqua e dei pneumatici delle auto, si è ammalorato. Un problema che ha visto Anthea raddoppiare immediatamente le squadre operative sul territorio portandole da quattro a sette da sabato scorso e che in due giorni, sabato 24 e domenica 25, hanno chiuso 1738 buche intervenendo su 124 strade comunali. Un impegno che sta proseguendo per intervenire sui lungomari, a San Giuliano mare, lungo i Bastioni, nel forese, solo per citare alcune zone. In periodi così piovosi e freddi è possibile intervenire esclusivamente con le riparazioni cosiddette di “asfalto a freddo” in grado di compattarsi anche in presenza di acqua. Ciò per permettere alle squadre d’intervento di operare anche con condizioni di asfalto bagnato (anche mentre piove), senza dover aspettare. Quando le condizioni climatiche miglioreranno sarà invece possibile operare con continuità con l’asfalto a caldo.

===> Segue

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, scatta il piano anti-neve mentre prosegue la conta dei danni

RiminiToday è in caricamento