rotate-mobile
Cronaca

"Brutta vecchia devi morire", picchia l'anziana madre per estorcerle del denaro

Il figlio violento è stato allontanato dall'abitazione che condivideva con la vittima e sottoposto al divieto di avvicinarsi a lei oltre che ad essere indagato per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate

E' stato allontanato dall'abitazione che condivideva con l'anziana madre e sottoposto al divieto di avvicinarsi a lei il 48enne indagato per maltrattamenti in famiglia e accusato di aver più volte picchiato e insultato la mamma 75enne. Per la vittima l'inferno era iniziato lo scorso agosto quando, nonostante tra lei e il figlio già in passato c'erano state delle animate discussioni, era stata convinta da questi che sosteneva di avere delle difficoltà economiche ad accoglierlo nella sua abitazione. Da quel giorno, però, la situazione era precipitata con le litigate e gli insulti che erano oramai divenuti quotidiani con l'anziana in balia del 48enne in quanto non poteva lasciare l'appartamento per dei problemi di deambulazione. Oltre a pretendere che la 75enne preparasse pranzo e cena tutti i giorni, l'uomo si lasciava andare nei suoi confronti a insulti di ogni tipo accompagnati da quotidiane pretese di denaro. "Non capisci niente - continuava ad urlare il figlio tra insulti irripetibili - dammi i soldi e vai a lavorare. Brutta vecchia devi morire".

In una escalation di soprusi, lo scorso ottobre all'ennesima richiesta di denaro il 48enne si era scatenato alzando le mani sull'anziana madre sferrandole un pugno al volto ma in quell'occasione la 75enne temendo guai peggiori non si era nemmeno recata al pronto soccorso per farsi medicare. Insulti e umiliazioni erano andati avanti fino a novembre quando, oramai esasperata, la donna aveva invitato il figlio a fare le valige e a lasciare l'appartamento ma per tutta risposta l'uomo le aveva sputato in faccia per poi colpirla con dei pugni alle mani provocandole la frattura di un dito. Solo l'intervento della badante aveva scongiurato il peggio e, quando il figlio era uscito di casa, la 75enne aveva trovato il coraggio di presentarsi in caserma dai carabinieri per raccontare le angherie a cui era sottoposta. Le indagini dell'Arma hanno quindi portato il pubblico ministero a chiedere e ottenere dal gip la misura cautelare nei confronti del 45enne che è stato anche indagato per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Brutta vecchia devi morire", picchia l'anziana madre per estorcerle del denaro

RiminiToday è in caricamento