Maltrattamenti in famiglia, arrestato dopo aver reso un inferno la vita di moglie e figli

Un 43enne è stato ammanettato dalla polizia mentre, con la forza e ubriaco, cercava di fare irruzione nella scuola dove si trovavano i propri familiari

Si è conclusa con l'arresto di un 43enne la triste vicenda che ha visto, come protagonisti, una donna 39enne e i sue due figli di 12 e 9 anni vittime dei sopprusi dell'uomo. Una storia che ha il suo inizio nel 2007 quando il 43enne e la 39enne si separano a causa del comportamento violento dell'uomo che, nullafacente, era continuamente ubriaco con la moglie che era costretta a subire le prepotenze dell'ex nei suoi eccessi alcolici. Nella causa di separazione, il Tribunale dei Minori affida i due bambini alla donna e, contestualmente, decide di affidarli a una struttura protetta per evitare le continue ingerenze del 43enne. Una soluzione che, purtroppo, non ri rivela affatto efficace tanto che l'uomo continua a presentarsi ubriaco davanti agli istituti frequentati dai ragazzini così come ai colloqui protetti con gli assistenti sociali e con gli insegnanti. Con il passare degli anni la situazione precipita tanto che, nell'agosto del 2013, l'uomo viene ammonito dal Questore di Rimini per le continue minacce all'ex moglie e le molestie ai figli.

Il provvedimento, tuttavia, non sortisce il suo effetto e il 43enne, che nel frattempo era rientrato nel suo paese di origine in sud Italia, continua a prendere di mira la 39enne tempestandola di telefonate e messaggi minatori nel cuore della notte. Anche la famiglia dell'uomo si schiera contro l'ex moglie tanto che, madre e sorella, iniziano a molestare la donna. Una situazione sempre più pesante tanto che, il Tribunale dei Minori, arriva a vietare alla nonna di vedere i propri nipoti. Nell'ultimo mese, il 43enne torna a Rimini, dove vive di espedienti tanto da essere identificato più volte dalle forze dell'ordine mentre bivacca, sempre ubriaco, nelle colonie abbandonate. L'epilogo della vicenda arriva il 29 di aprile quando, in due occasioni distinte, le Volanti sono costrette a intervenire perchè l'uomo, sotto i fumi dell'alcol, si presenta davanti alle scuole dei figli pretendendo di vederli mentre i due ragazzini, terrorizzati dalla presenza del padre, cercano in tutti i modi di nascondersi. Il giorno stesso, oramai provata per la dura esperienza, la 39enne decide di rivolgersi alla Questura per sporgere querela nei confronti dell'ex.

Il successivo 30 aprile, la polizia è costretta a intervenire nuovamente per due volte per il comportamento molesto dell'uomo davanti alla scuola. In particolare, nel pomeriggio, il 43enne ubriaco e pretende di vedere i figli che stanno svolgendo delle attività sportive in palestra. Sempre più esagitato, per bloccare l'uomo intervengono gli insegnati mentre, i due ragazzini ancor più terrorizzati, cercano di fuggire barricandosi in un'aula e chiudendosi dentro a chiave mentre, nel frattempo, arriva ancora una volta la Volante della polizia. Vista la situazione oramai sfuggita di mano e impossibile da ricucire, il 43enne viene quindi arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e, il 3 maggio, il gip di Rimini convalida l'arresto disponendo però la scarcerazione dell'uomo, su cui pesano numerosi precedenti di polizia, con il divieto di avvicinarsi a ex moglie e figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento