Padre-padrone minaccia la famiglia con due coltelli per avere i soldi per gli alcolici: arrestato

La volante della Polizia è intervenuta venerdì intorno alle 20,30 allertata da uno dei figli del soggetto, che al telefono ha spiegato che il padre li stava minacciando

E' finito arrestato per maltrattamenti nei confronti della famiglia un uomo, moldavo di 61 anni, che vive nella prima periferia di Rimini. La volante della Polizia è intervenuta venerdì intorno alle 20,30 allertata da uno dei figli del soggetto, che al telefono ha spiegato che il padre li stava minacciando con due coltelli con 30 centimetri di lama. Al suo arrivo la polizia l'ha trovato al balcone con i coltelli ancora in mano e mentre minacciava la famiglia, scappata di casa, al grido “Vedete cosa vi faccio appena se ne vanno”. Vittime del violento erano la moglie di 51 anni e i due figli, di 20 e 27 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti a far scattare l'ira del soggetto è stato il diverbio avuto con uno dei figli che ha sorpreso il padre a frugare nelle tasche di un suo paio di pantaloni lasciato in giro. Il padre, secondo quanto spiegato dalla famiglia, stava cercando denaro per compare alcolici. Appena un'ora prima di quel gesto, la moglie aveva svuotato delle bottiglie di alcolici nel lavandino, per impedire l'ennesima e violenta ubriacatura del padre-padrone di casa. Dall'episodio i famigliari hanno spiegato ai poliziotti intervenuti che tali “sfoghi” erano ormai quotidiani e che a nulla era servita la prima denuncia, datata 2017, fatta dalla moglie nei confronti del marito violento. Avendo così configurato il reato di maltrattamenti in famiglia, il 61enne moldavo è stato arrestato. Dopo la convalida dell'arresto, il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere. La famiglia da tre anni non aveva più allertato le forze dell'ordine nel timore di una ritorsione, anche se gli interventi non mancavano per le liti segnalate dai vicini di casa. I coltelli sono stati sequestrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento