rotate-mobile
Cronaca

Manifestazione di "Non una di meno" davanti al Consultorio: "No agli anti-abortisti nella struttura pubblica"

La protesta ha riguardato la legge dello scorso 23 aprile, con cui la maggioranza di governo ha approvato in Senato l'emendamento al decreto 19/2024 che apre le porte alle associazioni pro-vita nei consultori pubblici

L'organizzazione locale di Rimini del gruppo "Non una di meno" ha organizzato un presidio ieri, giovedì, davanti al Consultorio famigliare. La protesta ha riguardato la legge dello scorso 23 aprile, con cui la maggioranza di governo ha approvato in Senato l'emendamento al decreto 19/2024 che apre le porte alle associazioni pro-vita nei consultori pubblici. Per i contestatori vengono "legittimate e associazioni antiabortiste con l’intento di rafforzarne la presenza all'interno dei consultori". Continua la nota: "Come nodo locale di 'Non una di meno' abbiamo promosso un presidio informativo all'esterno del Consultorio di Rimini per affermare a gran voce il nostro diritto di scelta e di autodeterminazione. Non lasceremo infatti che i nostri corpi e le nostre vite siano un altro campo di battaglia per la propaganda di questo governo".

Ed ancora: "Il presidio partecipato ha rivendicato quello che il Consultorio dovrebbe rappresentare: uno spazio sicuro di autodeterminazione, un luogo libero di accesso alla salute sessuale e riproduttiva, il posto in cui recarsi quando abbiamo bisogno del certificato ivg - interruzione volontaria di gravidanza. Nel corso del presidio sono state lette anche diverse testimonianze di ostruzioni e impedimenti al libero accesso all'aborto raccolte attraverso i canali social nei giorni antecedenti il presidio e un flash mob. Vogliamo molto più della 194: vogliamo finanziamenti strutturali sulla sanità e ai consultori; vogliamo il rispetto della legge che prevede 1 consultorio ogni 20.000 residenti; vogliamo stipendi e formazione adeguata per il personale che lavora nei consultori; vogliamo che i consultori tornino ad essere luoghi di promozione del diritto alla scelta sul proprio corpo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione di "Non una di meno" davanti al Consultorio: "No agli anti-abortisti nella struttura pubblica"

RiminiToday è in caricamento