rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Riccione

Manomette il cronotachigrafo, autotrasportatore finisce nei guai

Il ragazzo alla guida del mezzo pesante smascherato dagli agenti della Polstrada di Riccione all'uscita del casello dell'A14

Nella amttinata del 6 luglio, durante i controlli all'uscita del casello dell'A14 di Riccione, una pattuglia della polizia Stradale ha fermato un autoarticolato  guidato da un 27enne di Gubbio che proveninva dalla provincia di Perugia. Gli accertamenti sul cronotachigrafo hanno insospettito gli agenti che hanno rilevato diverse e immotivate interruzioni di corrente all'apparecchio. Si è così deciso di approfondire la situazione e, all'interno della cabina di guida, è stato trovato un dispositivo a pulsante apparentemente adibito ad arredo ma che in realtà interferiva col funzionamento dell'apparecchiatura per contollare i tempi di guida. L'alterazione, infatti, consentiva al guidatore di stare al volante tutte le ore che voleva violando così la normativa sui tempi di riposo. Al 27enne è stata elevata una sanzione da 1736 euro, oltre al sequestro dell'apparecchiatura, così come alla società di autotrasporti proprietaria del mezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manomette il cronotachigrafo, autotrasportatore finisce nei guai

RiminiToday è in caricamento