Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Manomette il cronotachigrafo, autotrasportatore nella rete della polizia Stradale

Per l'uomo una maxi multa e la denuncia a piede libero, nel corso del 2017 contestate 158 violazioni analoghe

Il controllo da parte di una pattuglia della polizia Stradale, avvenuto nel pomeriggio di giovedì lungo la Statale 16 Adriatica all'altezza di Torre Pedrera, ha visto un'autotrasportatore finire nei guiai per l'alterazione del cronotachigrafo. L'uomo, un 53enne residente a Campobasso, era alla guida di un'autoarticolato che trasportava del mangime per animali. La verifica, da parte degli agenti, dei dati dell'apparecchiatura che controlla i tempi di sosta e di guida, sono apparsi subito strani a causa di numerose e ingiustificate interruzioni della corrente. Il fiuto del personale della Stradale ha così permesso di scoprire, nell'abitacolo, una lampada di cortesia che in realtà, tramite un pulsante, interagiva col cronotachigrafo bloccandolo di fatto. Per il 53enne è così scattato il ritiro della patente, una maxi multa da 1.698 euro e la denuncia a piede libero. Un ulteriore sanzione è stata emessa nei confronti della società proprietaria del veicolo, con sede a Riccia in provincia di Campobasso e titolare dell'autorizzazione al trasporto merci in conto terzi. Nel corso del 2017 sono state contestate dal personale della polizia Stradale di Rimini 158 violazioni analoghe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manomette il cronotachigrafo, autotrasportatore nella rete della polizia Stradale

RiminiToday è in caricamento