Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Marco Carta: "Credevo di conoscere Rimini, ma il suo centro storico mi ha affascinato"

Il cantante in città per girare il video della sua nuova canzone: "Serviva una location allegra e piena di energia oltre a un mare con strutture colorate e accese quindi la scelta è stata quasi obbligata"

E' un Marco Carta entusiasta di Rimini quello che, in questi giorni, sta girando in città il video del suo nuovo brano. Il testo di "Mala suerte" è scritto da Mirko Balducci, Mattia Cavallari e Alessandro Guerra, con le musiche composte da Mauro Pilato e Alex Gregorini. La produzione è dei dj e producer Angemi e Mauro Pilato e anticipa l’uscita del prossimo disco di inediti del cantante, previsto per l’autunno 2021. Si tratta di un brano all’apparenza molto allegro, ma con testo profondo e venato di nostalgia che racconta di un rapporto ormai stanco e della voglia di evasione che prende quando non si ha il coraggio di guardare in faccia la verità, e cioè che l’amore è finito. Un mix di sonorità nuove, in cui il reggaeton che ci trascina dritti al clima estivo, si mixa con l’elettronica e il pop.

Come mai hai scelto proprio Rimini per questa nuova canzone?
Serviva una location allegra e piena di energia oltre a un mare con strutture colorate e accese quindi la scelta è stata quasi obbligata senza contare, poi, l'ottimo cibo che si mangia qui. Poi c'è da dire che la maggior parte della produzione è composta da riminesi quindi mi è sembrato naturale che, dopo la gestazione, anche il parto della canzone dovesse avvenire in questa città.

Quale è stato il posto che ti ha affascinato di più?
Rimini ho avuto modo di conoscerla durante la mia carriera di cantante, ma ero però limitato alla spiaggia. Girando il video e facendo lo shooting fotografico ho avuto modo di scoprire anche il centro storico e me ne sono innamorato. Ho trovato degli angoli incredibili, ma quello che più mi ha affascinato è stato il ponte di Tiberio: uno scorcio veramente meraviglioso di una città che credevo di conoscere ma, alla fine, mi sono reso conto di essermi perso il meglio fino ad oggi.

Il nuovo singolo è un mix di sonorità nuove, pensi possa diventare una delle hit dell’estate?
Di solito i cantanti non fanno previsioni per scaramanzia. Mi auguro però che la canzone possa entrare nel cuore di tutti e che, magari, possa far riaffiorare i ricordi di un amore magari sbocciato proprio a Rimini.

Ti sei molto appassionato alla città, ci potrà essere un bis come location per dei tuoi prossimi lavori?
Come ho detto buona parte della produzione è ‘made in Rimini’ e, se non subito, prossimamente vorrei avviare altri progetti qui. Il riminese è una persona molto bella dopo che ha imparato a conoscerti, ha una grande ospitalità e poca diffidenza. Qui si lavora molto bene e, quindi, non escludo nulla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Carta: "Credevo di conoscere Rimini, ma il suo centro storico mi ha affascinato"

RiminiToday è in caricamento