Marijuana troppo profumata, i vicini insospettiti avvertono i carabinieri

L'odore era talmente tanto forte che non c'è stato bisogno dell'impiego dei cani antidroga per individuare lo stupefacente

Nel pomeriggio di lunedì i carabinieri della Compagnia di Rimini hanno arrestato un foggiano 30enne, domiciliato a Rimini, trovato in possesso di quasi 3 etti d marijuana. A tradire il pugliese è stato il forte odore dell'erba che ha messo in allarme i vicini dell'appartamento che aveva preso in affitto i quali hanno chiamato i carabinieri. Al momento del loro arrivo, i militari dell'Arma hanno fermato il 30enne che stava facendo le valigie in quanto, poco prima, aveva avuto un feroce alterco coi titolari e, quindi, aveva deciso di andarsene. I carabinieri una volta dentro, sono stati anche loro investiti dalla zaffata dolciastra della marijuana il cui odore, talmente forte, ha evitato anche l'impiego dei cani antidroga per individuarla.

La perquisizione ha permesso di trovare 4 grammi di "maria" nelle tasche del 30enne, e in una borsa da viaggio una busta in cellophane contenente circa altri 275 grammi. Lo stupefacente ha fatto scattare le manette ai polsi del foggiano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Portato in caserma, dopo una notte in camera di sicurezza il foggiano è comparso davanti al giudice che ha convalidato il fermo e disposto l’obbligo di dimora nella provincia di Foggia con obbligo di presentazione alla P.G. per tre volte alla settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento