Marzio Pecci: "Sanità garantita prima ai cittadini, basta con gli irregolari"

Nel programma la proposta di aumentare i servizi di cura a domicilio per anziani, disabili e malati, ma anche puntare sulla formazione, a partire dalle scuole

Da sinistra Gennaro Mauro, il candidato sindaco Marzio Pecci, il medico Davide Manfroni

Sanità sociale ed educazione alla prevenzione sono i grandi temi affrontati sabato 14 maggio in un incontro con il candidato sindaco Marzio Pecci, Lega Nord, e dalla coalizione che lo sostiene alle prossime elezioni (Lega Nord, Uniti si Vince, Fratelli d’Italia, Forza Italia). A fare il punto sulla situazione e approfondire le proposte del programma il chirurgo Davide Manfroni, medico del 118, candidato al consiglio comunale per la Lega Nord. Il dottor Manfroni entra nel vivo della questione parlando di area vasta: "La sanità locale è delocalizzata, le decisioni importanti sono prese a Ravenna, sono stati creati percorsi super specializzati, come la cardiologia all'Infermi, ma sono tralasciati i servizi domiciliari ai cittadini".

Manfroni ricorda che siamo una popolazione "vecchia" e illustra i dati Istat: "Ogni 172,6 anziani ci sono 100 giovani, questo trend negativo si rispecchia anche nell'età media, circa 44 anni, e il dato sta aumentando. Inoltre, ogni 100 persone che lavorano 53 sono a carico".

Il candidato consigliere sottolinea l'importanza e la necessità dell'assistenza domiciliare, aumentata del 18,7% dal 2011 al 2015, passando solo a Rimini da 3630 pazienti a 4468, di fronte a una diminuzione di personale. Le persone seguite nelle loro dimore sono anziani non autosufficienti, disabili, pazienti con disturbi psichici o malati oncologici con gravi patologie. Pazienti che necessitano infermieri specializzati, medici specialisti, assistenti sociali, psicologi.

Nel programma per il tema sanità si punta ad aumentare le cure a domicilio e questo perché si riducono i costi legati all'ospedalizzazione, ma anche "perchè un paziente, quando possibile, se curato a casa propria facilmente guarisce prima e preserva la sua dignità. Quando ciò non è fattibile bisogna pensare a soluzioni alternative: residenze socio sanitarie, strutture sanitarie protette, abitazioni condivise, poche sul nostro territorio, strutture residenziali psichiatriche e cure palliative".

Altro aspetto al centro del dibattito è la formazione, l'importanza di organizzare corsi di primo soccorso nelle scuole, craere una mappatura dei defribillatori e campagne informative", chiosa Manfroni.

Battuta finale a Marzio Pecci che ribadisce la priorità per i residenti: "Dobbiamo garantire prima i cittadini, soprattutto anziani e bambini, non si può andare avanti a fornire servizi agli irregolari, anche su questo bisogna trovare il modo di recuperare le risorse dai loro Paesi di provenienza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Studentessa si accascia sull'autobus, ricoverata in condizioni critiche

  • Riccione piange don Giorgio, il sacerdote si è spento per il Coronavirus

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento