Marzio Pecci: "Sul crac Aeradria il Comune smascheri il sindaco Gnassi"

Il candidato sindaco della Lega Nord: "Cosa aspetta il Comune a costituirsi parte civile? I termini stanno per scadere"

Marzio Pecci, candidato sindaco Lega Nord

Il candidato sindaco Marzio Pecci (Lega Nord) non usa mezze parole e sul crac Aeradria, società che gestiva l'aeroporto Fellini di Rimini, sollecita il vicesindaco Gloria Lisi: «Il Comune si costituisca parte civile e smascheri Gnassi. La priorità sono i riminesi e l’immagine della nostra città. Maggioranza Pd alle corde»

Pecci ricorda che l'udienza sull'inchiesta Aeradria del 20 aprile è stata rinviata al 10 giugno "per consentire alla difesa degli imputati di valutare la costituzione di parte civile delle curatele. Il rinvio è stato giustificato anche dal fatto che diversi imputati accederanno ai riti alternativi (patteggiamento e abbreviato). Dopo questa decisione - spiega il candidato Pecci – diventa centrale il tema della costituzione di parte civile del comune di Rimini contro il sindaco Andrea Gnassi e gli altri coimputati il cui termine perentorio per chi patteggerà e per
chi accederà ai riti alternativi scadrà prima dell’apertura del dibattimento del giorno 10 giugno 2016. Il Vice-sindaco Gloria Lisi, lo scorso 27 novembre ha inviato agli amministratori di Aeradria, con lettera raccomandata, la comunicazione del seguente tenore: …. si riserva di intraprendere, avanti le Autorità competenti, le azioni più opportune a tutela dei propri diritti, facendo valere, anche in base agli accertamenti giudiziari in corso, i profili di responsabilità a Lei eventualmente addebitabili." 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il candidato, pertanto, sottolinea come "i giochi del partito di maggioranza ora sono finiti". La città di Rimini, per la cattiva gestione di Aeradria, ha persone decine e decine di milioni, per cui i responsabili dovranno pagare e queste somme potranno essere recuperate sono con
l’azione civile che dovrà essere esercitata già in sede penale prima che il capitale a garanzia scompaia definitivamente. Voglio ricordare alla Giunta che i termini per la costituzione di parte civile stanno per scadere, le curatele del fallimento lo hanno già fatto, il comune di Rimini cosa aspetta?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento