Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Massacrata di botte dal marito non voleva andare in ospedale per paura del Covid-19

Dopo una lunga serie di vessazioni, la donna ha trovato il coraggio di rivolgersi ai carabinieri che hanno arrestato l'uomo violento

Per mesi ha subìto in silenzio le angherie del marito e, nonostante le ripetute percosse, non ha mai trovato il coraggio di rivolgersi al pronto soccorso per farsi refertare in quanto temeva il contagio da Covid-19. Solo nella serata di mercoledì, durante l'ennesimo violento litigio, la vittima ha avuto la forza di chiedere aiuto ai carabinieri della Tenenza di Cattolica che sono accorsi nell'abitazione della coppia. Qui i militari dell'Arma hanno capito subito che la vicenda era più seria del previsto con l'uomo, un albanese 49enne, che in preda ai fumi dell'alcol urlava una serie di minacce contro la moglie. E' stato a questo punto che la vittima, oramai allo stremo, ha raccontato alle divise che la situazione stava andando avanti da mesi. Un vero e proprio inferno con la donna che, in un racconto liberatore, alla fine ha denunciato il marito violento. Alla luce di quanto emerso, i carabinieri hanno quindi arresttato il 49enne che, su disposizione del magistrato, è stato sottoposto alla custodia cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrata di botte dal marito non voleva andare in ospedale per paura del Covid-19

RiminiToday è in caricamento