Masterchef, Samuele si salva grazie a una maionese con uova di quaglia

Per il macellaio sammarinese arriva la sconfitta nella prima prova in esterna ma riesce a capovolgere la situazione

Iniziano ad affilarsi le armi nell cucina di MasterChef con l'edizione 2019 che, tra i fornelli, vede cimentarsi nell'arte gastronomica Samuele Cesarini il 22enne macellaio di San Marino. Dopo le selezioni sono iniziate le prove vere e proprie per preparare piatti da sottoporre al severo giudizio dei giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli. La prima Mystery Box era composta da ingredienti bianchi, senza colore, da reinventare e utilizzare per comporre un autoritratto gastronomico con degli strumenti molto particolari: una “tavolozza di colori” composta da spezie e ingredienti dai mille colori. Nonostante l'impegno, Samuele non è riuscito a rientrare tra gli 8 concorrenti migliori e, alla fine, ad aggiudicarsi la prova è stato Salvatore. Il vincitore della Mystery Box Salvatore ha avuto due vantaggi: scegliere se salvarsi o meno e scegliere quale gruppo di concorrenti avrebbe dovuto cucinare un piatto "del ricordo" proposto dai giudici. Salvatore ha optato per salvare il gruppo dei "deboli", tra cui Samuele, e realizzare, insieme ai più forti, una pasta e fagioli capace di soddisfare chef Cannavacciuolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la prima prova in estera, i concorrenti si sono suddivisi in due brigate per realizzare un pranzo ai 100 aviatori della 46esima Brigata Aerea all’Aeroporto Militare di Pisa. Samuele è finito nella brigata rossa, capitanata da Salvatore, che sulla carta aveva tutte le probabilità di vincere la sfida. Gli avversari, guidati da Anna e Caterina, hanno però riportato una vittoria schiacciante con 89 voti su 100. Il rientro negli studi televisivi per il Pressure Test ha visto i concorrenti doversi cimentare su un piatto particolarmente insidioso: realizzare una maionese utilizzando le uova di quaglia. Un compito assai difficile, considerando che per realizzarla bisogna rispettare dosi ben precise, nel quale Samuele risulta essere tra i tre migliori garantedosi così il passaggio alla prossima puntata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento