Cronaca

Masterchef, Valerio incanta i giudici con la sua ricetta e diventa capo brigata

Il santarcangiolese si è cimentato in una difficile preparazione riscuotendo il consenso dei giudici Barbieri, Cracco, Cannavacciuolo e Bastianich

La prima Mistery Box è stata un successo per Valerio Braschi, il giovane santarcangiolese alle prese con la sesta edizione di Masterchef. Il 19enne, infatti, ha stupito i giudici Barbieri, Cracco, Cannavacciuolo e Bastianich con una ricetta di pollo al caffè. Valerio ha presentato il "Pollo insonne" con della menta fritta. Complimenti da parte di chef Cracco, per la miglior cottura del pollo, e la vittoria della prova che gli ha permesso di diventare il capobrigata nell'esterna di Matera. Qui il giovane romagnolo e gli altri componenti della squadra blu hanno dovito preparare un pranzo completo per i fornai della città dei sassi, il tutto a base del famoso pane della Basilicata.

valerio braschi masterchef 1-2Divisi in due brigate, avranno due ore per preparare piatti tipici della zona. Le portate a base di pane somo tre: Antipasto: pane che consumavano i mietitori nel campo, la cialledda. Primo piatto: gnocchi di pane, conditi con il classico ragù materano, preparato con 3 tipi di carne: maiale, vitello e agnello. Dolce: cecio fritto, detto ceciu dei bambini, la gioia dei bambini che vedevano lievitare la pasta ed erano felici. Valerio ha il vantaggio di scegliere il colore e i componenti della sua brigata. Brigata blu per lui e i componenti: Loredana, Giulia, perché lavora sodo, Roberto, Michele G, Cristina , Michele P, Gabriele per avere un tocco di saggezza nella sua squadra e Vittoria.

È la prima volta che gli aspiranti MasterChef lavorano in brigata. Nonostante abbia solo 18 anni, Valerio non ha paura di capitanare la sua squadra. Margherita invece si trova a dirigere una brigata che non si è scelta e che non l’ha eletta. Chef Cannavacciuolo le fa subito notare che la pentola non è abbastanza grande per cucinare il ragù. I panettieri avranno molta fame, avendo lavorato tutta la notte. I cuochi amatoriali dovranno prestare attenzione alle quantità per poterli soddisfare del tutto. Chef Babieri fa notare a Valerio che la quantità di carne che sta usando non è necessaria per ottenere un ragù per 100 persone.

Terminato il pranzo, i panettieri iniziano a votare: la brigata blu ha avuto invece qualche difficoltà sulle quantità, ma alla fine tutti i panettieri sono stati serviti. Il dolce della brigata blu è piaciuto molto, gli gnocchi insomma. Il dolce della brigata rossa non è piaciuto affatto, hanno sbagliato tutto, mentre gli gnocchi erano più leggeri e saporiti rispetto a quelli dei blu: duri, pesanti e quasi crudi. Tutto si è giocato sulla cialledda! Per decretare il vincitore, il capitano della brigata vincente verrà onorato con l’ingrediente sacro che rende unico il pane di matera: la farina! I capitani avanzano, si accomodano sotto le ceste, al 3 di Joe Bastianich dovranno tirare la corda: bagno di farina per Valerio: la brigata blu vince la prova.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Masterchef, Valerio incanta i giudici con la sua ricetta e diventa capo brigata

RiminiToday è in caricamento