La spiaggia di Marina scenografia per i matrimoni in riva al mare

La giunta comunale ha infatti scelto la spiaggia vicino a Piazzale Boscovich come nuovo scenario da mettere a disposizione delle coppie che decidono di sposarsi a Rimini

La spiaggia di Marina Centro diventa la scenografia per i matrimoni in riva al mare. La giunta comunale ha infatti scelto la spiaggia vicino a Piazzale Boscovich come nuovo scenario da mettere a disposizione delle coppie che decidono di sposarsi a Rimini. “Dopo la Palazzina Roma di piazzale Fellini e la sala del Giudizio e il Lapidario Romano del nostro Museo, ampliamo il ventaglio di scelte per chi sceglie Rimini per celebrare le proprie nozze, offrendo un luogo simbolo della nostra identità – sottolinea l’assessore ai Servizi generali Irina Imola – Veniamo così incontro alle richieste di tante coppie che sognano di sposarsi in riva al mare e siamo certi che saranno in tanti ad approfittarne”.

Per far sì che si possano celebrare i matrimoni anche in spiaggia, sarà necessaria la realizzazione di una struttura nella zona di piazzale Boscovich. Una circolare del Ministero dell’Interno chiarisce infatti che, affinché i matrimoni siano legittimi, debbano avvenire in una sede  di proprietà comunale. Si valuterà quindi il posizionamento sulla spiaggia di una struttura leggera stagionale, di proprietà del Comune, che potrà essere utilizzata anche per altre attività di carattere istituzionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento