rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Riccione

Maxi ammanco nel money transfer, tabaccaio rinviato a giudizio

L'uomo, accusato di appropriazione indebita, avrebbe trattenuto le somme versate dai clienti

Un noto tabaccaio riccionese 60enne è stato rinviato a giudizio con l'accusa di appropriazione indebita di 20mila euro. Il titolare della rivendita, che effettuava anche operazioni di money transfer verso l'estero, a fronte dei contanti versati dai clienti non avrebbe poi girato il denaro alla società di gestione del servizio. Un modus operandi che, nel tempo, ha fatto lievitare l'ammanco fino a quando l'azienda si è accorta delle presunte operazioni illecite sporgendo denuncia. Il 60, difeso dall'avvocato Raffaele Moretti, è stato quindi riviato a giudizio dal gip e dovrà comparire davanti al giudice monocratico il prossimo 15 febbraio per la prima udienza del processo che lo vede imputato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi ammanco nel money transfer, tabaccaio rinviato a giudizio

RiminiToday è in caricamento