menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi operazione anticrimine nel riminese: 5 arresti e 38 denunce

Maxi operazione anticrimine da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini che lunedì sera, sino a tarda notte hanno messo in campo oltre 150 militari su tutto il territorio della Provincia per contrastare ogni possibile forma di illegalità

Maxi operazione anticrimine da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini che lunedì sera, sino a tarda notte hanno messo in campo oltre 150 militari su tutto il territorio della Provincia per contrastare ogni possibile forma di illegalità e di degrado anche in relazione alle segnalazioni giunte da parte dei cittadini e dei turisti. Pattuglie auto e moto montate delle Stazioni, dei Nuclei Operativi e Radiomobili e dei numerosi rinforzi giunti in Provincia per l'estate ed inviati sia dal  Comando Generale di Roma che dal Comando Legione di Bologna, Stazioni mobili hanno controllato tutta la zona della costa da Cattolica a Bellaria Igea Marina nonché zone dell'entroterra con particolare riferimento alla Val Conca e alla Val Marecchia.

"Particolare attenzione e stata dedicata alla prevenzione e repressione di alcuni fenomeni che creano allarme e fastidio sociale quali i reati predatori, la prostituzione e l’abusivismo commerciale" si legge in una nota degli stessi Carabinieri di Rimini. Per quanto riguarda gli ultimi due, i militari hanno effettuato verifiche e controlli nelle zone maggiormente esposte permanendo nelle aree interessate dopo i riscontri di  rito al fine di fungere da deterrente al  possibile reinsediamento di venditori ambulanti e prostitute. Per quanto riguarda i furti e le rapine, invece, si è data attuazione ad un dispositivo di controllo a raggiera comprendente le zone territoriali più esposte al fenomeno con particolare riferimento ai furti in abitazione e nei negozi

In tutto sono state arrestate 5 persone, mentre 38 sono state denunciate a piede libero. Inoltre sono state controllate 410 persone, 248 auto e 15 esercizi pubblici. Nel contesto sono state staccate 23 multe per violazione al codice della strada, e un negozio è stato sanzionato. Oltre 1000 pezzi di merce sequestrata, per un valore complessivo stimato in 7mila euro.

RIMINI - I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato, per rapina impropria, A.J., 28enne marocchino in Italia, pregiudicato. Lo stesso, dopo aver rubato uno zainetto ai danni di un cittadino italiano, al fine di assicurarsi la fuga, ha aggredito con una spinta il proprietario che lo aveva rincorso nel tentativo di bloccarlo, venendo poi arrestato dai carabinieri intervenuti. La refurtiva, consistente in documenti, denaro ed un telefono cellulare, del valore complessivo di 150,00 euro è stata restituita al proprietario. Inoltre i militari hanno deferito in stato di libertà per inosservanza del foglio di via obbligatorio, 13 cittadine rumene, controllate mentre si prostituivano e gravate dal Foglio di via Obbligatorio. Nove automobilisti sono stati sorpresi invece a guidare con un tasso alcolemico superiore a 0.8 gr/l. Per loro addio alla patente.

BELLARIA - I carabinieri di Bellaria hanno arrestato in flagranza di reato, per reingresso illegale nel territorio italiano, T.B., 28enne albanese, nullafacente. Lo stesso, aver fatto reingresso nel territorio nazionale nonostante fosse stato già espulso ed accompagnato alla frontiera aeroportuale di Roma il 29 novembre 2009.

MIRAMARE - I carabinieri hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Rimini per furto aggravato, un cittadino marocchino responsabile del furto in spiaggia avvenuto nella mattinata del 29 luglio, di un borsello contenente denaro e documenti ai danni di un turista. Deferito anche un cittadino bengalese in quanto sorpreso a porre in vendita 36 borse e 128 foulard con marchio di fabbricazione contraffatto.

RIMINI VIA FLAMINIA - I militari hanno deferito inoltre in stato di libertà alla Procura della Repubblica Di Rimini per porto abusivo di oggetti atti ad offendere, 5 cittadini rumeni, in quanto sono stati trovati in possesso di 3 mazze in metallo di cui 2 con sporgenze uncinate e per truffa un italiano il quale, pubblicando una inserzione su un noto sito internet di vendita, si faceva consegnare da cittadina italiana la somma di 300,00 euro, a fronte della vendita di un telefono cellulare, che non è mai avvenuta.

VISERBA - I Carabinieri della Stazione di Viserba hanno denunciato per furto aggravato, una cittadina lituana sorpresa mentre si allontanava dalle casse del supermercato del centro commerciale i Malatesta, dopo aver rubato generi alimentari per un totale di circa 100 euro, che aveva occultato all’interno di una borsa schermata. Deferita in stato di libertà per false attestazioni sull’identità personale, una cittadina bulgara poiché, all’atto della sua identificazione forniva un falso domicilio.
Inoltre sono state denunciate 3 prostitute bulgare in quanto risultavano gravate da Foglio di via Obbligatorio.
Un cittadino della Tunisia è stato deferito in stato di libertà per invasione di edifici ed inosservanza decreto di espulsione dal territorio nazionale. Lo stesso, rintracciato all’interno di un albergo in disuso dove si era introdotto previa effrazione di una rete di protezione, era anche gravato da un decreto di espulsione dal territorio nazionale.

RICCIONE - I militari hanno arrestato per furto aggravato P.A., 42enne di Novafeltria, M.G. 37enne di Rimini e S. M., 37enne di Rimini; in quanto a bordo di un furgone, dopo aver divelto il cancello d’ingresso, sono entrati all’interno di un  cantiere edile di Riccione della “Cooperativa Muratori Verucchio”, impossessandosi di svariato materiale edile presente. La refurtiva, poi restituita al proprietario, aveva un valore di circa 4mila euro.

"Come sopra riportato, grande attenzione inoltre è stata riposta al controllo della circolazione stradale al fine di prevenire l’incidentalità. Sono state effettuate numerose verifiche anche con etilometri ed autovelox in dotazione. Infine un altro servizio che ha dimostrato una certa efficacia è stato quello del controllo delle spiagge che di notte vengono particolarmente vissute, specie dai giovani e che possono diventare vittime di furti. Molteplici i ragazzi identificati ed ammoniti a tenere un comportamento corretto. La strategia individuata per garantire un quanto più alto possibile livello di sicurezza a turisti e cittadini verrà adottata per tutto il periodo estivo con l’attuazione di servizi straordinari ad ampio raggio come quello effettuato la notte scorsa che si andranno ad aggiungere ai numerosi  servizi quotidiani di controllo del territorio" si conclude la nota dei Carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento