menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meluzzi sulla schizofrenia: "Questi pazienti psichiatrici sono da controllare maggiormente"

Lo psichiatra e criminologo: "Fondamentale il supporto degli psicofarmaci e un continuo controllo da parte dei centri di igiene mentale proprio per i comportamenti imprevedibili degli schizofrenici"

C'è il dramma della schizofrenia dietro l'omicidio di Rosa Santucci, l'89enne riccionese ritrovata cadavere nella sua abitazione di viale Chieti, e per il quale è accusato il nipote Alessio Berilli di 43 anni affetto dal grave disturbo psicotico. Una malattia per la quale, l'uomo, era seguito da anni dal centro di salute mentale dell'Ausl a causa dell'alterazione delle funzioni cognitive e percettive, del comportamento e dell'affettività. "Quella della schizofrenia - spiega il professor Alessandro Meluzzi, psichiatra e criminologo - è una condizione per la quale non si possono fare affermazioni generiche e, ogni caso, va monitorato singolarmente perchè chi ne è affetto presenta stati sempre diversi. Una forte instabilità è comunque comune a chi ne soffre e, solitamente, è fondamentale il supporto degli psicofarmaci e un continuo controllo da parte dei centri di igiene mentale proprio per i comportamenti imprevedibili degli schizofrenici. A questo, infine, va aggiunto che chi commette azioni violente, come nel caso avvenuto a Riccione, non è in grado di rendersi conto di quello che ha fatto".

L'omicidio di Rosa Santucci

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento