Mercati ambulanti a rischio di assembramenti, le bancarelle sorvegliate speciali

Ordinanza del Comune di Rimini per garantire il rispetto del distanziamento interpersonale e le procedure igienico-sanitarie necessarie

I mercati di Rimini e i posteggi isolati continueranno a svolgere la propria attività secondo le modalità di presidio, di allestimento, vendita e comportamentali definite già dal Comune di Rimini il 27 ottobre scorso con un’apposita ordinanza che individuava tutte le misure necessarie per impedire fenomeni di assembramento e garantire, con il rispetto del distanziamento interpersonale e delle procedure igienico-sanitarie necessarie, il contrasto alla diffusione del contagio COVID-19, e sostanzialmente in maniera analoga a quanto dettato in merito all’esercizio delle attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche o private dall’Ordinanza del Presidente della Regione Emilia Romagna emanata il 12 novembre 2020. Già nella propria ordinanza, infatti, il Comune di Rimini ha prescritto una serie di misure relative alla predisposizione dei posteggi e delle aree mercatali con il posizionamento della cartellonistica informativa ed eventuali percorsi consigliati, nonché le indicazioni comportamentali (sia in ambito generale che all’interno dei posteggi) e il presidio da parte di personale dedicato nei mercati di mercoledì e sabato del centro.

Definiti nell’ordinanza anche i provvedimenti che saranno adottati in caso di violazione dei comportamenti prescritti che comporteranno per gli operatori la sospensione immediata dell’attività con chiusura del posteggio. E’ alla luce di queste disposizioni che è stata programmata un’implementazione dell’attività di controllo sia da parte del Cocap, la società incaricata della gestione dei servizi di mercato nel Comune di Rimini, che si avvarrà della collaborazione anche di forze della vigilanza privata, che della Polizia locale di Rimini che, anche a seguito dei controlli effettuati nelle scorse settimane, provvederà ad accrescere la propria presenza nei vari mercati ambulanti cittadini.

Analoghe disposizioni sono state adottate anche per il mercato agricolo riservato alla vendita diretta di prodotti agricoli che si tiene nella giornata di venerdì nell'area parcheggio pubblico “ex Sartini”, che dovrà svolgersi nel rispetto di una serie di condizioni come la realizzazione di una perimetrazione e di un unico varco di accesso separato da quello di uscita, nonché la predisposizione di una sorveglianza pubblica o privata che verifichi le distanze sociali e il rispetto del divieto di assembramento. Come previsto nell’ordinanza regionale anche l’attività di commercio su aree pubbliche è sospesa nelle giornate festive ad esclusione per la vendita di prodotti del settore alimentare.

In particolare l’Ordinanza del Comune di Rimini del 27 ottobre 2020, in vigore sino al 30 aprile 2021, prescrive: il posteggio deve essere allestito perimetrando l’area con un ingresso e una uscita all’interno del quale possono essere compresenti un numero massimo di clienti in ragione di un cliente ogni due metri del percorso ciò al fine di consentire il movimento in sicurezza all’interno del posteggio per la scelta dei prodotti. Dovrà comunque essere rispettata la distanza interpersonale di almeno un metro nelle operazioni di vendita tra tutte le persone presenti all’interno del posteggio. Laddove le condizioni ambientali circostanti lo permettano, ossia le distanze tra i posteggi antistanti o il limite per il passaggio risultino ampi e superiori comunque ai 3.5 mt., distanza che dovrà in ogni caso essere garantita per motivi di sicurezza, i singoli posteggi possano utilizzare uno spazio fino ad un metro per la predisposizione di un corridoio antistante il proprio banco al solo fine di regolamentare il passaggio dei clienti senza la possibilità di utilizzarlo quale superficie di esposizione merci. In corrispondenza dell’ingresso all’area del posteggio devono essere messi a disposizione gel igienizzante o guanti "usa  e  getta" particolarmente nelle  attività  di  acquisto, di alimenti e bevande.

In corrispondenza dell’uscita dall’area di ogni posteggio è necessaria la presenza di un contenitore di rifiuti dedicati alla raccolta di guanti e mascherine già utilizzate, per evitarne la dispersione incontrollata nell’ambiente circostante, detti contenitori al termine del mercato dovranno essere accuratamente chiusi a cura degli operatori. Tale ultima facoltà non è invece consentita nel Mercato Rimini Città del mercoledì e sabato  laddove tipicamente si riscontrano punti critici che originano frequenti assembramenti di persone in quanto percorsi utilizzati anche per il transito dei passanti ovvero nelle seguenti zone: zona arco d'Augusto - via IV novembre (tratto compreso tra via Tempio Malatestiano e Via Dante) – Via e Piazzetta Castelfidardo; in tale aree è necessario rispettare il limite dimensionale del posteggio pertanto le misure di distanziamento personale e la perimetrazione del posteggio devono essere garantite e adottate dall’operatore all’interno della propria area in concessione. In tali ultimi tratti l’operatore è esentato dall’obbligo della presenza del mezzo internamente all’area del posteggio.


Indicazioni comportamentali
Mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro in tutti i momenti del percorso nell’area mercatale e in attesa di entrare/uscire dal posteggio, in fase di acquisto o pagamento. L'utilizzo di mascherine e guanti è sempre obbligatorio all’interno dei singoli posteggi. Attenersi alle indicazioni fornite dagli operatori per scegliere e toccare la merce. Seguire percorsi unidirezionali e ordinati evitando percorsi dispersivi all’interno del mercato. Va rispettata la corretta prassi d’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto) evitando il contatto diretto delle mani. Non sostare o intrattenersi con altri soggetti all’interno, in prossimità dei posteggi e nell’area mercatale una volta effettuati gli acquisti, al fine di evitare assembramenti. Lavarsi accuratamente le mani non appena giunti alla propria abitazione.

COMPORTAMENTI DA TENERE NELL’AMBITO DEI POSTEGGI
Pulizia e igienizzazione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita. Obbligatorio l’uso delle mascherine e di guanti ovvero igienizzante per le mani per ogni operatore, cliente o chiunque altro accede nell’area di ogni posteggio a qualsiasi titolo. In ogni posteggio dovrà essere messa a disposizione della clientela gel igienizzante per la sanificazione delle mani in particolare in corrispondenza dei sistemi per il pagamento. Organizzare la dispensazione dei prodotti alimentari (frutta, verdura, ecc.) solo attraverso l’intervento diretto dell’operatore munito di dispositivi di sicurezza (guanti e mascherina) che provvederà alla preparazione dei relativi sacchetti sulla base delle indicazioni fornite dal cliente che non potrà in alcun modo toccare i prodotti. L’operatore avrà cura di procedere frequentemente alla pulizia e disinfezione delle superfici di appoggio. L’operatore incentiverà il pagamento con carte di credito che verranno inserite negli appositi dispositivi direttamente dal cliente. Rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori anche nelle operazioni di carico e scarico. In caso di vendita di abbigliamento dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccando la merce. In caso di vendita di beni usati è obbligatorio l’igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita. Tale condizione deve essere nota mediante cartelli di dimensioni non inferiori a cm. 35 X 50, ben visibili e riportanti la dicitura in più lingue, nonché le informazioni previste dalle specifiche norme in materia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento