rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca

Sul nuovo Mercato Coperto è bagarre. "Canoni alle stelle e molte attività chiuderanno"

I timori di Forza Italia: "Chiediamo a tutte le forza di minoranza una dura battaglia in consiglio comunale". Perplessità anche sulla location della tensostruttura temporanea

Sul tema del nuovo mercato coperto sarà bagarre. A seguito dell'avanzamento dell'iter, con il progetto che ora dovrà approdare in consiglio comunale, è Forza Italia a chiedere a tutte le forze di minoranza "una dura battaglia in consiglio comunale". E chiede agli spiriti liberi in maggioranza di avere un sussulto, per salvaguardare le ca-
ratteristiche del mercato e non far fuggire gli operatori. Lo scrive il coordinatore commissario Mario Erbetta.

Secondo Forza Italia i canoni di affitto sono destinati quasi a raddoppiare. Questa è la principale preoccupazione. Ma non certo l'unica. Il partito di Silvio Berlusconi si affida a un lungo documento esprimendo forti perplessità e preoccupazioni in riferimento al nuovo progetto. "La cosa più deleteria e che si rischia di snaturare con il progetto Renco l'essenza del mercato e questo perchè lieviteranno i prezzi degli affitti degli operatori con aumenti del 40-50% e questo aumento dei canoni porterà ad un ulteriore rincaro dei prezzi dei beni venduti (pesce, verdura, pane, carne), già aumentati in questi mesi a causa dei costi dell'energia, eliminando di fatto la caratteristica del mercato centrale di avere prezzi più competitivi con buona qualità" sostiene Forza Italia.

Secondo il partito dai 306 euro a metro quadrato per tutti i negozi si passa ai 426 euro per tutte le tipologie nella struttura provvisoria per poi aumentare per i produttori (pescatori e contadini) a 508 euro e a 556 euro a mentro quadro per i commercianti. In pratica un bar di 20 metri quadri oggi paga un canone di 6120 euro annui, nella struttura provvisoria ne pagherà 8520 e nella definitiva 11.120, mentre un banco di un pescatore di 10 metri quadrati passerà dai 3060 euro di oggi ai 4260 nella struttura provvisoria ai definitivi 5080 euro.

"Quanti di questi piccoli operatori riusciranno a sopravvivere a questi canoni quasi raddoppiati? Pochi, al
punto che è previsto che in caso di abbandono di alcuni operatori il mercato che si edificherà calerà a 1000
mq contro i 1500 mq previsti - sostiene Forza Italia -. Ciò che lascia perplessi è che la Renco vuole ammortizzare la struttura provvisoria dal costo di 1,5 milioni di euro in 18 mesi aumentando da subito i canoni portando il canone a 406 euro a mq, cosa troppo onerosa per i piccoli dettaglianti. Ma la domanda che viene spontanea se la struttura provvisoria al diciottesimo mese è ammortizzata e non si è completata quella definitiva i canoni saranno ridotti alle sole utenze o rimaranno tali?".

Per Forza Italia lascia anche sconcertati il posizionamento della struttura provvisoria che a quanto pare è l'area del Settebello ma non quella del parcheggio con ingresso su via Roma ma quella interna eliminando i campi da calcio, "una pessima posizione che ridurrà l'utenza in modo netto. Quindi i commercianti del mercato coperto non solo vedranno aumentato il canone nella struttura provvisoria ma vedranno calare l'utenza a causa di un posizionamento errato. Perchè non si installa la struttura provvisoria su piazzale Gramsci cosa che aiuterebbe a sopravvivere sia i commercianti del mercato che i negozi di via Castelfidardo e di Via Michele Rosa e limitrofi che in caso contrario sarebbero costretti a chiudere?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul nuovo Mercato Coperto è bagarre. "Canoni alle stelle e molte attività chiuderanno"

RiminiToday è in caricamento