Metromare, l'intervento di Erbetta: "E' incredibile che non sia stato previsto un collegamento con il Fellini"

"Perché far partire adesso il Trc in fretta e furia con i mezzi sperimentali per poi bloccarlo dopo alcuni mesi?"

Sul Metromare interviene anche l'avvocato Mario Erbetta di Rinascita Civica, che sostoene i dubbi espressi da Uil. "E' molto difficile capire perché una linea vada iniziata in via temporanea e sperimentale per quattro mesi, poi interrotta appena arriveranno i nuovi mezzi per 2-3 mesi e poi riaperta in via definitiva o almeno così si spera. Inoltre iniziare la linea del Metromare nel mese di Dicembre fino a Marzo, non sembra proprio il periodo migliore. E allora perchè questa accelererazione che ci costerà almeno 450mila euro come ci ha riferito il Presidente di PMR Paganelli? Saranno le elezioni regionali di Gennaio lo stimolo nascosto ad inaugurare la linea in fretta e furia? Il collegamento poi all'aeroporto con un tapis roulant suggerito dal Presidente Paganelli ha di che far sorridere, come fa sorridere non aver previsto alcun collegamento con l'aereoporto e aver fatto la fermata più vicina allo stesso a 500m di distanza". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Erbetta rincara affermando: "E poi vogliamo parlare del piano industriale che non esiste, o così ci è stato detto? Nessuna previsioni di incassi, spese, biglietti e passeggeri se non un prospetto indicativo dato alle banche per accedere a mutui? Ma come si può far partire un'opera di quasi 100 milioni senza una prospettiva economica certa. Si è parlato che un successo sarebbe coprire i costi con i biglietti per un 50%, ad oggi li copriamo per un 35%. Bene. Allora vorrà dire che il 65% o il 50% dei costi li dovranno pagare i cittadini Riminesi e Riccionesi. Infine i dubbi giuridici: Se il comitato deve prendere le decisioni all'unanimità come si può dar seguito all'inaugurazione sperimentale con il voto contrario del Comune di Riccione? Come poi si possa concedere in appalto a Start Romagna un servizio accessorio e importante come il Metromare quando il contratto di appalto è scaduto nel 2011 ed ad ora è in prorogatio? Non sarebbe necessario un bando europeo (che a dire di tutti dovrebbe realizzarsi nel 2020)? Tante ombre e poche Luci. Ha ragione la Uil".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento