"Mezza giornata di pioggia e le strade diventano una roulette russa"

Scooteristi infuriati per la situazione di alcune delle principali vie di Rimini dove si sono aperte delle pericolose buche

Foto archivio

Che le strade di Rimini non siano il massimo, per quanto riguarda la loro manutenzione, è cosa già risaputa ma che, dopo mezza giornata di pioggia, diventano delle vere e proprie roulette russe per ciclisti e scooteristi diventa davvero una cosa assurda. "Prendere in mano una moto o uno scooter - ci racconta un lettore di RiminiToday - e percorrere certe strade equivale a un rischio incredibile a causa del loro dissesto. E non mi sto riferendo a stradine di campagna ma alle vie principali che tutti siamo obbligati a percorrere per muoverci in città. Via Circonvallazione Meridionale, nel tratto dalla nuova rotatoria alla pizzeria Bigno, infatti, è impercorribile per le due ruote a meno che, un centauro, non utilizzi una moto da cross. Avvallamenti, asfalto che schizza da tutte le parti e profonde buche fanno rischiare di volare a terra ogni minuto".

Ma le segnalazioni, in merito alla situazione delle strade, si sprecano. "Via Flaminia - racconta un altro lettore - dal Palazzetto dello Sport fino a viale Tripoli è un continuo avvallamento e, anche a 20 chilometri all'ora se non si sta attenti, si rischia di cadere per terra". Quello degli avvallamenti è un caso a parte dal momento che, quasi ovunque, i rappezzamenti fatti dagli operai invece di attenuare il problema lo hanno accentuato. "Tutti i giorni passo su via Matteotti - è un'altra segnalazione - e dal ponte fino a oltre le scuole "Decio Raggi" è come fare motocross. Tutti i rappezzi che hanno fatto nel tempo hanno solamente creato ulteriori disagi".

"Uno dei punti peggiori - conclude un terzo lettore - è la rotatoria tra via della Fiera e via Euterpe. I rappezzamenti, infatti, sono stati eseguiti in maniera tanto sbagliata che, in piena traiettoria, costringono scooteristi e motociclisti a cambiare traiettoria all'improvviso per non volare per terra. Da dietro, i veicoli non se ne rendono conto e con questi repentini cambi rischiamo di essere tamponati dalle vetture. Per non parlare, poi, di chi si vuole immettere in via Euterpe dove, nell'angolo, una buca di discrete proporzioni è oramai storica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento