Cronaca

Mina Welby promuove San Giovanni in Marignano: “Esempio da esportare”

L'occasione di avere la copresidente nazionale dell'Associazione Luca Coscioni legata all'iniziativa serale che ha affrontato la nuova legge sul biotestamento e sui diritti del malato

Ospite speciale alla riunione del tavolo Super.Abile del 16 marzo nella Sala Giunta in municipio: Mina Welby, agguerrita ottantenne copresidente nazionale dell'Associazione Luca Coscioni, nota per le sue battaglie in favore dei diritti civili. L'occasione di avere Mina Welby a San Giovanni in Marignano era legato all'iniziativa serale che ha affrontato la nuova legge sul biotestamento e sui diritti del malato e del malato terminale tenutasi nella sala del Centro Sociale. L’Amministrazione Comunale ha colto l’occasione per un appuntamento preserale per fare il punto sulle politiche messe in campo per favorire la completa realizzazione sociale dei cittadini a prescindere dalle loro abilità. Il Comune di San Giovanni in Marignano è l’unico in provincia di Rimini ad essersi dotato del Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche, pur essendo un obbligo di legge. Al documento approvato all'umanità in Consiglio Comunale nel febbraio 2016 è stato affiancato un tavolo di lavoro,  denominato Super.Abile, che ha il compito di occuparsi dell'attuazione e aggiornamento del P.E.B.A. e di progetti sociali atti a sostenere e promuovere una cultura della disabilità, della diversità e dei diritti civili.  

Al tavolo del 16 Marzo erano presenti il Sindaco e gli Assessori con le Associazioni e i cittadini che hanno scelto di collaborare per migliorare le vite dei marignanesi. All’incontro hanno partecipato l'associazione “Davide Pacassoni" che da 25 anni si occupa di disabilità, l’associazione “Luca Coscioni" territoriale, la Proloco, i referenti dell'associazione sindacale della CGIL e alcuni cittadini. Il Sindaco Daniele Morelli ha fatto gli onori di casa invitando l’ospite a presiedere la riunione con lui. Si è passati quindi al punto sugli interventi effettuati e programmati. Il piano ha individuato come prioritari gli interventi per collegare senza barriere il centro del paese con gli edifici comunali (municipio, biblioteca e teatro) con l'Istituto Comprensivo, la Casa Protetta, le poste e gli ambulatori medici. I lavori sono iniziati dal 2016 e nel 2018 saranno completati. Saranno inoltre realizzati interventi in altre aree del territorio per rimuovere ostacoli puntualmente segnalati al tavolo. Le somme ad oggi stanziate per il 2018 ammontano a 190mila euro. Sono terminati e a breve saranno inaugurati i lavori per la realizzazione di due nuovi ascensori nella Casa Protetta che renderanno più veloce e comodo lo spostamento degli ospiti. Anche ACER Rimini sta facendo la sua parte. L’amministrazione con i suoi tecnici ha incontrato il presidente Riccardo Fabbri, la consigliera Claudia Corsini e i tecnici ACER nei mesi scorsi per effettuare la ricognizione sulle possibilità di adeguamento degli alloggi per rispondere alle esigenze dei cittadini con difficoltà a deambulare. ACER ha provveduto a  proporre soluzioni operative che saranno attuate in un piano pluriennale. Le risorse per gli interventi sono state già accantonate presso ACER dall'amministrazione Morelli. I posti auto riservati disabili sono ormai quasi totalmente rinnovati nella segnaletica orizzontale e verticale per adeguarsi alla nuova normativa. Così come deciso al tavolo e in Consiglio Comunale, sono stati presentati i nuovi pannelli integrativi per aumentare la consapevolezza di non occupare gli stalli riservati ai disabili. Il processo per arrivare al disegno è iniziato col progetto di sicurezza stradale nelle scuole, iniziativa  che, come stabilito al tavolo Superabile, nel 2017 è stato improntata proprio sulla sensibilizzazione delle future generazioni al rispetto dei posti auto dedicati a persone con ridotta capacità motoria. Lo speciale cartello, elaborato con il disegno vincitore del concorso finale e che sarà collocato nei luoghi sensibili del territorio, come ambulatori medici, scuole, poste, presenterà questa frase: Usa la testa e il cuore per parcheggiare, il posto giallo libero devi lasciare.

“L’impostazione del tavolo superabile - dichiara con convinzione l'Amministrazione Morelli- si basa su un concetto fondamentale: tutte le barriere architettoniche che si sono accumulate nel tempo, sono il frutto di evidenti barriere mentali, sulle quali è necessario impegnarsi in un difficile lavoro di cultura di autentica inclusività. La mentalità inclusiva è una grande sfida e battaglia di civiltà.” Su questo versante grande aiuto e sostegno si ritrova, in aggiunta ai progetti con le scuole, nel  lavoro svolto in questi anni dall’ Associazione Pacassoni portato anche in sede di Distretto Socio-sanitario Rimini Sud, nei tavoli sulla domiciliarità sul  versante disabilità: l’Associazione con la sua rete di volontari accompagna le famiglie e i ragazzi con disabilità nella loro quotidianità inserendo anche i ragazzi con bisogni speciali nel mondo del lavoro. Sono state portate al tavolo testimonianze a tale riguardo da Anna Pedoni, referente e coordinatrice di tutte le attività  che da oltre trent'anni  l’Associazione Pacassoni fornisce al territorio. Mina Welby ha preso la parola per congratularsi per il lavoro svolto. Era a conoscenza di quanto si stesse facendo ma è rimasta colpita dalle energie spese oltre che dalle risorse economiche stanziate. “Innanzitutto onore ad un sindaco che approva e attua il PEBA per scelta e non perché obbligato da un suo cittadino che si è rivolto alla magistratura. La collegialità dell’azione amministrativa con tutti gli assessorati che si occupano del tema sotto diversi aspetti è vincente, mentre avere le associazioni e i cittadini al tavolo con l’amministrazione evita il rischio di avere provvedimenti non calati sulle reali esigenze delle fasce da tutelare. Un ottimo esempio da esportare in tutta Italia" Ed è proprio per questo motivo che i referenti della CGIL, Meris Soldati e Milena Benvenuti, hanno richiesto di essere presenti al tavolo. “Il nostro desiderio- dichiarano- é quello di stimolare un analogo impegno in altri territori per portare ovunque questa modalità virtuosa di lavoro. Il sindacato é stato inserito nella mailing list di convocazione ai futuri tavoli di SuperAbile, con la grande soddisfazione di tutti nel costatare che il percorso si sta arricchendo di preziose presenze e contributi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mina Welby promuove San Giovanni in Marignano: “Esempio da esportare”

RiminiToday è in caricamento