menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia la convivente con la pistola: in casa aveva quasi mille cartucce

Ultimo servizio coordinato a largo raggio, ma solo per il mese di luglio, quello organizzato a partire dalla serata di domenica fino alla mattinata di lunedì dai Carabinieri della Compagnia di Riccione

Ultimo servizio coordinato a largo raggio, ma solo per il mese di luglio, quello organizzato a partire dalla serata di domenica fino alla mattinata di lunedì dai Carabinieri della Compagnia di Riccione. Lo scopo è stato quello di contrastare la prostituzione, la microcriminalità diffusa, i reati in materia di stupefacenti nonché quello di assicurare la sicurezza della circolazione stradale con mirati controlli lungo il tratto di riviera adriatica di competenza.

DROGA E ALCOL - I risultati non sono di certo mancati. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile insieme ai colleghi delle stazioni di Riccione e Misano Adriatico hanno denunciato inosservanza al foglio via obbligatorio una prostituta ventiduenne rumena e segnalato come assuntori di stupefacenti ben undici ragazzi, trai 20 ed i 27 anni. Complessivamente sono stati sequestrati 11 grammi di hashish, 9,5 grammi di marijuana e 5 pasticche di ecstasy. Sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza alcolica due automobilisti.

MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA - Un quarantenne riccionese è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia, minaccia aggravata e lesioni personali. L’uomo era già attenzionato dai militari in relazione a precedente denuncia sporta dalla convivente che aveva riferito di essere stata vittima di ripetuti maltrattamenti da parte del convivente e diverse minacce con una pistola. Domenica pomeriggio, a seguito dell’ennesima reazione violenta dell’uomo, i Carabinieri si sono recati  nella sua abitazione dove hanno trovato e sequestrato una pistola marca Glok, due fucili e ben 972 cartucce.

FURTO ALL'AQUAFAN - Due minorenni di San Severo Marche e Loreto sono stati denunciati per aver rubato dalla borsa di una turista all'Aquafan 40 euro. L’azione è stata notata da un conoscente della denunciante il quale ha provveduto ad avvisare i Carabinieri che, giunti sul posto in breve tempo, hanno bloccato i giovani e recuperato la refurtiva. Denunciato in stato libertà per porto abusivo di armi e oggetti atti all’offesa un ventenne riminese, già noto alle forze dell'ordine, sorpreso in Via Tavoleto con un manganello animato di acciaio retratto. Indagato in stato libertà per ricettazione un trentenne di Sarno poichè sorpreso in viale Dante in sella ad una bici rubata alcuni giorni ad una riminese. La refurtiva recuperata e stata restituita all’avente diritto.

LITIGIO TRA MADRE E FIGLIA - Non è mancato l’intervento in ausilio ad una signora, madre di una ragazza affetta da problemi psichici che ha impegnato una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Riccione. L’intervento su richiesta pervenuto al numero unico di emergenza “112” era finalizzato a sedare gli animi in relazione ad un litigio tra madre e figlia dove quest’ultima, aveva minacciato la donna con un coltello. Fortunatamente la madre è riuscita a sfilare l’arma dalle mani della ragazza che successivamente si è rinchiusa in camera. I Carabinieri sono riusciti a far uscire la ragazza e, con l’ausilio del “118”, a farla accompagnare presso il locale pronto soccorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento