menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Misano, "Insieme si può": conclusa la campagna antiviolenza sulle donne

Alle donne che hanno preso parte ai corsi di autodifesa sono stati consegnati degli attestati firmati, oltre che dagli istruttori, anche dall’assessore alle pari opportunità di Misano che ha voluto personalmente consegnarli alle partecipanti concittadine

Si è conclusa venerdì sera a Misano la campagna di antiviolenza sulle donne “insieme si può”. Alle donne che hanno preso parte ai corsi di autodifesa sono stati consegnati degli attestati firmati, oltre che dagli istruttori, anche dall’assessore alle pari opportunità di Misano che ha voluto personalmente consegnarli alle partecipanti concittadine. La serata è stata nuovamente un motivo di riflessione sull’importante tema della campagna.

Nella circostanza, inoltre, anche la dottoressa Arianna Piermarini ha consegnato un opuscolo su come gestire dal punto di visto psicologico la paura, insieme ad un questionario sulla riuscita del corso. La forte campagna antiviolenza sulle donne, messa a punto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Rimini con la collaborazione di tutti i Comuni della Provincia, una psicologa e l’Associazione Rompi il Silenzio, era iniziata con la conferenza del 18 ottobre scorso al teatro comunale di Coriano.

L’iniziativa, itinerante, è stata concepita ed organizzata per cercare di infrenare il drammatico fenomeno della violenza sulle donne che colpisce anche questo territorio Provinciale e dove i casi che si registrano sono sempre più numerosi. La campagna, inoltre, che riguarderà tutto il territorio della Provincia, prevederà per ogni Comune un incontro-dibattito con la cittadinanza dove prenderanno la parola oltre ai rappresentanti dell’Arma, che illustreranno i profili di polizia giudiziaria del fenomeno comprese le innovazioni introdotte da recenti provvedimenti legislativi e forniranno consigli utili per difendersi ed individuare il reato, i Sindaci e/o Assessori di riferimento, la Dottoressa Arianna Piermarini psicologa-criminologa per gli aspetti medico-legali-scientifici e Paola Gualano, presidente dell’Associazione Rompi il Silenzio anche per quanto attiene all’attività assistenziale verso le donne in difficoltà e che decidono di allontanarsi dal domicilio dove subiscono violenze.

Sono previsti incontri nelle scuole superiori, dove presenti, per sensibilizzare i ragazzi più grandi di età su tutti gli aspetti dello stalking spesso non riconoscibile, spesso dai più giovani; e corsi di autodifesa personale, su base volontaria, riservati alle donne e tenuti dal Maresciallo dei Carabinieri Antonio Amato e da Pasquale Bove maestri di discipline marziali. Nel corso di dette lezioni non verranno solamente illustrate le dinamiche fisiche per difendersi dalle violenze ma verrà fornito un decalogo di consigli per saper meglio orientarsi in caso di minacce o aggressioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento