menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pubblicità nel mirino, la Commissione Pari Opportunità: "Non sono stereotipi innocui e vanno censurati"

"Bene che la pubblicità sia stata rimossa e chi l'ha ideata abbia capito che non è solo offensiva per le donne, ma soprattutto un cattivo esempio per i nostri ragazzi che cerchiamo di educare al rispetto"

La commissione pari opportunità di Misano Adriatico interviene sulla vicenda della trovata pubblicitaria e "apprende con piacere direttamente dagli interessati che sono stati rimossi i cartelli pubblicitari tema di discussione in queste ore. È importante infatti che chi li ha ideati abbia compreso che questo tipo di pubblicità è non solo offensiva nei confronti delle donne, ma soprattutto un cattivo esempio per i nostri ragazzi che cerchiamo di educare al rispetto ogni giorno anche all'interno delle nostre istituzioni scolastiche.

La pubblicità del macellaio: "L''ho rimossa, non volevo offendere"

Questi stereotipi di genere che qualcuno ironizzando ha banalmente definito "divertenti", sono al contrario di cattivo gusto, ma soprattutto non sono affatto innocui e pertanto vanno censurati. Ecco perché come commissione pari opportunità, da sempre attenta e attiva sul territorio e all'interno delle scuole con progetti di educazione al rispetto in genere delle persone in quanto tali, non possiamo restare indifferenti, ne prendiamo le distanze e condanniamo non solo questo messaggio ma ogni altro tipo di linguaggio, immagine o comportamento discriminatorio, offensivo e non rispettoso della persona in quanto tale, a prescindere dal genere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Zuppa inglese: origini, 2 ricette e varianti golose

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento