menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Occhio al piede pesante, a Misano entrano in funzione gli Speed Check

E' entrato in funzione il progetto 'Strade sicure' predisposto dall'Assessorato alla Mobilità del Comune di Misano per contrastare l'eccesso di velocità sulle strade che attraversano i centri abitati di Misano

E' entrato in funzione il progetto 'Strade sicure' predisposto dall'Assessorato alla Mobilità del Comune di Misano per contrastare l'eccesso di velocità sulle strade che attraversano i centri abitati di Misano. Per dissuadere i guidatori dal 'piede pesante' il Comune di Misano, capofila in Provincia del progetto di sicurezza stradale ed uno tra i primi Comuni in Regione, ha provveduto all’installazione di 12 box denominati Speed Check.

Un progetto per tutelare l'incolumità di pedoni, ciclisti e limitare le probabilità di incidenti stradali, nonché garantire il rispetto del Codice della Strada. L'utilizzo di postazioni fisse per il rilevamento automatico della velocità appare una scelta ancor più consapevole e giusta in seguito al monitoraggio effettuato attraverso contatori di flusso con rilevatore di velocità posizionati su strade provinciali che attraversano centri densamente popolati in territorio misanese. Sperimentalmente, per circa 8 giorni consecutivi, sono stati registrati passaggi veicolari e velocità, ottenendo dati assai allarmanti.

In totale sono stati contati 137.277 passaggi veicolari di questi meno della metà (59.935) erano entro i limiti di velocità, 54.154 viaggiavano a velocità compresa tra i 51- 60 Km/h, 22.931 a velocità compresa tra i 61- 90 Km/h, ben 251 veicoli hanno viaggiato a velocità comprese tra i 91-110 Km/h e 6 oltre i 110 Km/h . Stando alle previsioni annuali sarebbero oltre 3 milioni le infrazioni per eccesso di velocità limitatamente ai punti censiti.
Lo sforamento dei limiti di velocità è stato registrato indistintamente ad ogni ora del giorno e della notte, ciò che preoccupa e allarma sono in particolare  i numerosi passaggi oltre i 100 km/h in pieno giorno, in particolare nella fascia oraria compresa tra le ore 12 e le 14.

“I dati del rilevamento fatto sul territorio comunale – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Mobilità, Fabrizio Piccioni - dimostrano con estrema evidenza che ci sono persone che transitano sul nostro territorio a velocità sostenuta, ben oltre ai limiti costituendo un pericolo per tutta la popolazione e questo per l'Amministrazione non è tollerabile. Il posizionamento dei box ci consentirà di 'ricordare' agli automobilisti il rispetto dei limiti e di provvedere a sanzionarli per il mancato rispetto del codice della strada”.

Il sistema di Speed Check si basa sull'installazione a margine della carreggiata di una serie di colonnine di colore arancione, (12 in totale) facilmente visibili dagli automobilisti sia di giorno che di notte grazie al loro colore acceso e alle bande riflettenti, in grado di alloggiare al loro interno un rilevatore di velocità. I guidatori saranno avvisati della presenza di tali dispositivi attraverso apposita cartellonistica stradale che li precederà. La funzione di tali strumenti è principalmente dissuasiva nei confronti di coloro che tendono ad infrangere i limiti di velocità.

Alcuni studi hanno dimostrato che il ripetersi in serie delle colonnine, nelle quali può essere posizionato o meno l'autovelox, rende costante l'effetto dissuasivo su tutto il tratto stradale, durate tutte le 24 ore.   Nei siti dove il sistema è già stato collaudato i benefici in termini di riduzione della velocità e della pericolosità delle strade sono stati rilevanti, con diminuzione fino al 70% delle infrazioni e riduzione della velocità media di oltre 10 Km/h. In totale saranno installati: 23 Cartelli di indicazione “Controllo elettronico della Velocità”; 12 Cabine Speed Check. La velocità sarà rilevata attraverso Autovelox 104 E, già in dotazione alla Polizia Municipale.

Le postazioni sul territorio:
1) Frazione La Cella, via Tavoleto, direzione mare, 2) Via del Carro, direzione mare, 3) via Tavoleto, direzione Morciano, 4) Frazione Casette, via Tavoleto, 5) Frazione Misano Monte via Saffi, direzione Riccione, 6) via Roma, direzione La Cella, 7) Frazione Scacciano via Scacciano, direzione Misano Monte, 8) via Scacciano, di fronte alla chiesa, direzione Misano Monte 9) via Grotta, direzione Scacciano 10) Frazione Villaggio Argentina via Tavoleto, direzione La Cella, 11) Frazione Belvedere via Ponte Conca, direzione mare 12) Frazione Misano Mare via Mercato, zona stazione.
Le cabine di colore arancione sono realizzate in polietilene e hanno una sezione cilindrica  alta 1.650 mm e larga 480 mm. Verranno fissate ai bordi della carreggiata sul marciapiede, oppure sulla banchina ad una distanza di cm 70 circa dal limite della stessa, in corrispondenza della linea dei delineatori di carreggiata. Il sistema di fissaggio removibile con barre filettate e stop chimici, diretto su marciapiede o fondo compatto o piazzole appositamente realizzate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento