Cronaca

Mobilità sostenibile, al via i lavori per la realizzazione di due nuove piste ciclabili

L’assessore all’Ambiente e ai Lavori Pubblici Lea Ermeti: "Arricchire l’offerta di un circuito “slow” che metta a sistema sia le aree verdi che le piste ciclabili nuove e quelle esistenti"

Prosegue l’azione dell’amministrazione di Riccione in tema di mobilità urbana e di gestione strategica e sostenibile della città. Sono state aperte le buste per aggiudicare i lavori di restyling dell’arredo e per la realizzazione dell’ultimo tratto di pista ciclabile in Viale D’Annunzio. Si tratta del 3° stralcio che va a concludere il progetto di collegamento del lungomare della Costituzione alla zona nord, in particolare dalla rotatoria di Piazzale Azzarita fino a Piazzale Giovanni XXIII. I lavori, per un importo di 1.200.000 euro, riguarderanno l’arredo – dai marciapiedi alle panchine al verde – in continuità con i due stralci già realizzati, e opere strutturali come ad esempio le modifiche all’impianto tranviario. Per consentire l’avvio del cantiere Hera sta procedendo alla sostituzione – già avviata in primavera – del collettore dell’acquedotto, operazione che andrà avanti alcuni giorni ed è propedeutica alla realizzazione del progetto complessivo. L’apertura del cantiere è prevista entro la fine dell’anno per chiudersi prima dell’inizio della stagione estiva.

Contemporaneamente al completamento della pista ciclabile a mare, partiranno domani i lavori per la realizzazione di un altro percorso, quello di collegamento tra viale Massaua e viale Ceccarini, che attraversa l’Arboreto Cicchetti. La realizzazione del progetto sarà ad opera della ditta Essepi Costruzioni di Sassocorvaro per una spesa complessiva di 150.000 euro e andrà a collegare il centro studi dell’area dell’ex-fornace al centro città valorizzando l’Arboreto e arricchendo l’offerta di percorsi green, un ulteriore incentivo alla mobilità ciclopedonale. La nuova pista, realizzata con materiali quali la ghiaia, quindi non impattanti, consentirà di connettere diverse zone della città, da Riccione Paese, all’ospedale a viale Einaudi, attraversando un parco ancora oggi poco conosciuto e ad avviare la valorizzazione e il recupero complessivo dell’area, una delle priorità dell’amministrazione.

“Come già evidenziato ieri durante il confronto con le associazioni di categoria, è nostra intenzione spingere ancor di più su forme di mobilità urbana eco-sostenibile – dichiara l’assessore all’Ambiente e ai Lavori Pubblici Lea Ermeti – e arricchire l’offerta di un circuito “slow” che metta a sistema sia le aree verdi che le piste ciclabili nuove e quelle esistenti per comporre un disegno di città dolce, attenta all’ambiente e al benessere dei cittadini e degli ospiti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile, al via i lavori per la realizzazione di due nuove piste ciclabili

RiminiToday è in caricamento