Molestava i ragazzini lungo le strade, condannato il maniaco seriale

Un ragazzo riccionese era accusato di atti sessuali su minori, tentata violenza sessuale e violenza privata. Sette le vittime dell'orco

Era ormai diventato l'incubo dei ragazzini di Riccione che, lungo le strade della Perla Verde, venivano avvicinati dal 33enne con una scusa per poi essere toccati nelle parti intime. L'uomo era stato arrestato dai carabinieri nel maggio del 2014, al termine di un'indagine durata un anno, e nella mattinata del 29 gennaio è stato condannato dal Tribunale di Rimini. Il 33enne è stato riconosciuto colpevole delle molestie su 7 ragazzini, tutti maschi, tra i 12 e i 14 anni e condannato a 2 anni e 2 mesi (5 gli anni chiesti dal pubblico ministero), oltre al pagamento di 15mila euro alla parte civile. Il maniaco, attualmente, si trova già agli arresti domiciliari da quasi 1 anno.

La prima denuncia risale al 29 ottobre 2013. La madre di un ragazzino di 13 anni si presentò in caserma per raccontare la disavventura capitata al figlio a Riccione, nella zona del parco di San Francesco. Nel rincasare in bici, a metà pomeriggio, era stato affiancato dall’adulto in motorino che gli aveva fatto cenno di fermarsi. Poi, con la scusa di chiedere un’informazione stradale aveva allungato le mani palpeggiando le parti intime del minore. Il ragazzino, spaventato per l’accaduto, si era divincolato dalla presa dell’uomo che cercava di trattenerlo per un braccio e nello scappare si era anche ferito a un piede.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piano piano venne a galla che non si trattava di un caso isolato: tra Riccione e la zona sud di Rimini, la presenza dello sconosciuto dal motorino grigio era già stata notata anche davanti alle scuole. I carabinieri hanno ricostruito, attraverso le successive denunce, almeno altri cinque casi di molestie ai danni di minori, tutti maschietti tra gli undici e i tredici anni, attribuibili allo stesso individuo (l’ultimo episodio risale al marzo scorso). A un certo punto, il tam tam delle mamme, mobilitate su facebook per impedire al “maniaco” di infastidire altri ragazzini e possibilmente assicurarlo alla giustizia per metterlo in condizione di non nuocere, ha avuto i suoi effetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento