Molestie sessuali tra i fornelli del locale, ristoratore finisce a processo

Rinviato a giudizio il 59enne che importunava pesantemente la dipendente della sua attività

E' stato rinviato a giudizio, con l'accusa di violenza sessuale, un ritoratore 59enne che dovrà rispondere delle pesanti molestie su una dipendente. La donna, assunta con le mansioni di aiuto cuoca, era diventata l'oggetto delle morbose attenzioni del titolare il quale, secondo l'accusa, spesso e volentieri allungava troppo le mani sulle parti intime della vittima. Per lei, una 43enne, l'incubo è iniziato del dicembre del 2015 quando l'imprenditore, sposato, ha cominciato con le sue squallide avances. Dalle parole sarebbe anche passato ai fatti e, in un'occasione, avrebbe approfittato della donna arrivando a infilarle le mani nelle mutandine. Una situazione sempre più pesante, fatta di continui messaggi, uno dei quali arrivato sul cellulare della 43enne proprio quando la vittima si stava rivolgendo ai responsabili di un'associazione che difende le donne vittime di molestie. Dopo aver raccolto le prove, la signora si è rivolta ai carabinieri per sporgere denuncia e, nella giornata di martedì, il gip del Tribunale di Rimini ha rinviato a giudizio il 59enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento