Molo Street Parade, è record: 200mila presenze e una maxi-festa sul mare

Bagno di folla e primato di pubblico per una notte da tutto esaurito. Il giro del mondo fra generi musicali diversi suonati da 80 deejay su 12 pescherecci trasformati in consolle galleggianti

Bagno di folla e primato di pubblico per una notte da tutto esaurito. Il giro del mondo fra generi musicali diversi suonati da 80 deejay su 12 pescherecci trasformati in consolle galleggianti, ha visto dalle ore 17 alle 2 di notte un’affluenza di oltre 200mila persone, mandando in archivio la quinta edizione della Molo Street Parade come quella che ha battuto ogni record precedente. Il culmine alle 23, quando sono stati letteralmente occupati tutti gli spazi disponibili, sia lungo la destra del porto - dal bar Iole al Rockisland - sia sul Lungomare, da Piazzale Boschovich a piazzale Fellini.

Il porto di Rimini si è trasformato nel più grande e suggestivo locale a cielo aperto del Mediterraneo, 12 pescherecci sono diventati grandi e scenografici palchi musicali galleggianti, vestiti per una notte di 150 metri quadrati di led wall, 600 corpi illuminanti e che hanno sparato 1.400.000 watt audio. Un colpo d’occhio mozzafiato -soprattutto per coloro che sono riusciti a vederlo dalla cima della ruota panoramica - che fa da apripista nel migliore dei modi alla settimana della Notte Rosa.

> MOLO STREET PARADE, IL BILANCIO DELLA SICUREZZA: 2 ARRESTI

LA MUSICA GRANDE PROTAGONISTA - La musica e i dj sono stati i grandi protagonisti della Molo Street Parade. La colonna sonora dell’intera giornata è stata assicurata da oltre 80 dj che si sono alternati sulle varie imbarcazioni, con un repertorio all’insegna della trasversalità assoluta. Lo show raffinato di Klingande in coppia con il sassofonista è stato all’altezza dei migliori festival di musicale elettronica, con un repertorio di grandi successi eseguiti con rara maestria. Il gran finale ha visto protagonista Jay Santos, con i suoi tipici ritmi latineggianti che gli sono valsi record su record di ascolti e visualizzazioni in tutto il mondo sui social network e sul web. Grande successo per lo show dello staff artistico del Tunga che ha fatto ballare il porto con l’esibizione dei performer e del corpo di ballo: un team di artisti che ha creato una realtà capace di ottenere un notevole successo di pubblico e famosa ormai a livello nazionale. Per gli amanti della musica elettronica di qualità, Lele Sacchi ha proposto un dj set all’insegna della migliore House, quasi come se si fosse in un club londinese. In mezzo a tutto questo, le hit più radiofoniche di Molella, la musica a metà tra dubstep e moombahton di Andy Love direttamente dal talent TOP DJ, e tanto altro ancora. Come in vero e proprio festival, la Molo Street Parade ha offerto come sempre un panorama completo e trasversale della miglior dance, sia tradizionale che d’avanguardia. Esame quindi superato a pieni voti, per la Molo, anche e soprattutto dal punto di vista musicale.

I PRESCATORI DI RIMINI - Sulla terraferma, l’altro protagonista indiscusso della serata è stato il pesce pescato, pulito, preparato da oltre 100 pescatori, fra quelli presenti nel punto allestito dal Consorzio Linea Azzurra e quelli impiegati sulle barche per pescare le materie prime. Decine e decine di quintali di fritto, di sardoncini, risotto di pesce e megliaia e miglia di piade sono stati serviti ininterrottamente dalle 18 fino alle due di notte. La tavolata gastronomica è proseguita sul lungomare, sia sul ramo del molo dove quest’anno tutti i locali dell’area proponevano il fuori locale con cibo di strada a cui si sono aggiunte altre decine e decine di punti ristoro e somministrazione.

IL SINDACO - "Il modello Rimini fabbrica di emozioni ha funzionato. Rimini è in grado di offrire emozioni che sono un nostro prodotto turistico-economico unico e irripetibile. Stiamo cambiando e allo stesso tempo offriamo verità e accoglienza. La formula ‘dj set & sardoncino’, musica e street food riminese, si è rivelata ancora una volta vincente e attrattiva. La Molo, superando i numeri delle edizioni precedenti, è ormai una delle migliori iniziative italiane sulla scena internazionale, capace di portare Rimini nel mondo e le grandi tendenze musicali del mondo a Rimini da Berlino, Londra, Ibiza. Un evento unico in Europa che mixa le caratteristiche dei festival musicali con l’identità del luogo -il porto canale- e dei riminesi, dove gioia, creatività e festa producono relazioni, economia e lavoro e ciò con una organizzazione meticolosa”.
 
L'AREA INTERESSATA - L’area di svolgimento della Molo 2016 è stata allargata quest’anno dal ponte della Resistenza al Rockisland, da tutta la spiaggia libera al lungomare Tintori fino a piazzale Fellini. Ciò ha consentito il pieno svolgersi delle numerose e diverse attività in grado di ospitare la marea di gente che quest’anno si è riversata a Rimini per l’evento. Il flusso e il deflusso del pubblico è avvenuto in modo ottimale, anche grazie all’estensione dell’area interdetta ai motori fino al ponte della Resistenza. Il controllo anti vetro e anti alcool ai varchi di accesso, la perimetrazione dell’intera zona, l’intervento coordinato e immediato di tutti gli operatori sul posto dalle forze dell’ordine a diversi soggetti operativi, lo scambio di informazione, i presidi vari di ordine pubblico e sicurezza privata, hanno consentito uno svolgimento efficace e in sicurezza di un evento che per consistenza numerica e concentrazione è unico in Italia. A conclusione dell’evento si è attivato il servizio di ripristino e pulizia dell’area consentendo di avere sin dalla prima mattina il lungomare e l’intera zona perfettamente pulita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CROCE ROSSA - Anche quest'anno la Croce Rossa di Rimini ha garantito l'assistenza sanitaria  alla quinta edizione della Molo Street Parade. Presso il punto medico avanzato allestito sulla spiaggia libera, gli operatori della CRI hanno gestito quasi 40 interventi, di cui circa 30 per uso di alcol. Il Coordinatore, Mattia Muratori ha potuto riscontrare un minor numero di interventi rispetto allo scorso anno, grazie anche al grande lavoro di informazione e prevenzione con la collaborazione degli operatori dell'Unità di Strada e del progetto "Circolando" dell'AUSL della Romagna. In cinque casi si è dovuto ricorrere al ricovero in Pronto Soccorso per ulteriori accertamenti. Non si sono comunque riscontrati casi gravi. In occasione dell'evento, Croce Rossa ha schierato "sul campo" 40 Soccorritori, 6 Infermieri, 4 Medici, 4 Ambulanze, e 6 postazioni di primo soccorso dislocate sui punti più critici della manifestazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento