menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la molotov l'ex vivaio Fabbri torna a riempirsi di extracomunitari e sbandati

All'alba di sabato i carabinieri sono tornati nella struttura abbandonata e hanno scoperto 4 tunisini tutti pluripregiudicati che bivaccavano in giacigli di fortuna. Denunciati per invasione di edifici e per clandestinità

All'indomani del lancio di una bomba molotov che, venerdì mattina, è stata fatta esplodere all'interno dell'ex vivaio Fabbri dove bivaccavano degli stranieri, all'alba di sabato i carabinieri di Rimini sono entrati nella struttura di via Dario Campana per un blitz . Nelle stanze non interessate dall'incendio, in giacigli di fortuna, i militari dell'Arma hanno trovato quattro extracomunitari, tutti di origine tunisina e pluripregiudicati, che avevano allestito un dormitorio con materiali di scarto. Gli stranieri sono stati denunciati a piede libero per invasione di edifici e, in quanto clandestini sul territorio italiano, sono state avviate le procedure di espulsione con la collaborazione dell'ufficio Stranieri della Questura. Nel frattempo, le indagini dei carabinieri sul lancio della bomba molotov e del conseguente incendio si stanno concentrando sempre più su una lotta tra senzatetto per utilizzare come rifugio l'ex vivaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento