Riccione e situazioni di criticità: al via il monitoraggio telematico delle piene dei fiumi

Si tratta di costituire una rete di monitoraggio idraulico per il fiume Conca, i torrenti Marano, Tavollo, Ventena e il Rio Melo con sei stazioni di rilevamento

Entro l’anno sarà possibile controllare i livelli dei fiumi con un’azione di monitoraggio telematico attraverso delle telecamere collegate ad un sistema automatizzato  installato al centro operativo comunale della Protezione Civile di Riccione. Si tratta di costituire una rete di monitoraggio idraulico per il fiume Conca, i torrenti Marano, Tavollo, Ventena e il Rio Melo con sei stazioni di rilevamento, di cui 3 a Riccione, (due al Marano ed una al Rio Melo) dotate di sensori idrometrici ad ultrasuoni e telecamere da posizionare nei punti più significativi al fine di rilevare la portata dei fiumi.

Un progetto di Sis, in collaborazione con il Servizio Tecnico di Bacino Romagna, Arpa e l’Agenzi regionale di Protezione Civile , che prevede la collocazione delle apparecchiature necessarie nella sede del centro operativo di Protezione Civile di Riccione in via Empoli. Coinvolti anche i comuni di Cattolica, San Giovanni in Marignano e Misano Adriatico per il posizionamento della strumentazione nei rispettivi territori e il successivo collegamento alla centrale operativa di controllo e allertamento di Riccione. La prossima settimana uscirà il bando di Sis per essere così a regime entro dicembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con l’ingresso nella stagione invernale - afferma l’assessore alla Protezione Civile Luciano Tirincanti - la disponibilità di una strumentazione telematica, in affiancamento ai volontari che eseguono manualmente il rilevamento del livello dei fiumi a rischio, rappresenta un passo in avanti per una individuazione più celere di eventuali situazioni di criticità. Nei locali della Protezione Civile di Riccione, dotati di personale formato e volontari in grado di gestire l’attività di monitoraggio e allertamento, verrà predisposta  la necessaria attività di controllo costante dei fiumi con la possibilità di elaborare previsioni a medio termine per programmare interventi di emergenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento