Monta la protesta degli animalisti contro i leoni marini al delfinario di Rimini

Sit in e momenti di tensione sul lungomare vigilato dalle forze dell'ordine. I rappresentanti delle associazioni contestano il sindaco Gnassi per aver concesso l'autorizzazione a riaprire la struttura

Sono stati una 70ina gli animalisti che hanno risposto all'appello di realizzare una manifestazione di protesta, sabato pomeriggio, nei pressi del delfinario di Rimini che ha ripreso la sua attività dopo il sequestro dei delfini dello scorso anno. Lunedì 7 luglio, infatti, riprenderanno gli spettacoli con l'arrivo di 3 leoni marini da un circo spagnolo. A far montare la rabbia dei gruppi animalisti è stata la concessione, da parte del Comune di Rimini, dell'autorizzazione alla riapertura della struttura finita nel mirino della magistratura per maltrattamenti nei confronti degli animali ospitati. Il sindaco Gnassi, nei giorni scorsi, aveva ribadito la giustezza dell’iter seguito afferente ad una autorizzazione del Ministero per i Beni Culturali. Guardati a vista da due camionette del reparto Mobile della polizia di Stato, alle 15.30 è iniziata la manifestazione con gli animalisti che si sono però dovuti accontentare di rimanere ad almeno 50 metri dal delfinario. 

A parte un primo momento di tensione, quando la titolare della struttura ha cercato di rivolgersi ai manifestati ed è stata presa a fischi nonostante il supporto di alcuni passanti, tutto si è svolto regolarmente. Gli animalisti hanno ribadito più volte l'inutilità di tenere degli animali ammaestrati in cattività soprattutto in una struttura i cui titolari sono stati denunciati per i loro comportamenti nei confronti dei delfini che ospitavano e che sono stati sequestrati nel luglio del 2013. Piccolo fuoriprogramma all'inizio del comizio quando un clochard completamente ubriaco, e "armato" di cartone di Tavernello, si è piazzato davanti a una delle animaliste al microfono intendendo protestare anche lui contro qualcosa per poi allontanarsi spontaneamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento